FEDDAL: “HO CHIESTO DI RESCINDERE, MA I CURATORI HANNO DETTO NO. SONO DISPOSTO A RINUNCIARE A TUTTO”

Zouhair Feddal, uno dei quattro giocatori che non ha accettato la riduzione dei propri compensi, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, nella quale ha parlato della sfida di domani contro la Fiorentina e della sua situazione personale.

Ecco le sue parole:

“Domani sarà sicuramente una gara difficile e complicata. Loro davanti ai loro tifosi vogliono riscattare la partita di giovedì e vogliono fare vedere che sono capaci di feddalfare molto meglio di quella sera. Noi dobbiamo scendere in campo e fare la nostra partita con serenità, provando a rifare quello che il mister ci ha fatto vedere in settimana per fare un ottima gara e così portare a casa un ottimo risultato anche se sappiamo che la Fiorentina è un’ottima squadra“.

“Com’è stato il periodo recente? Sicuramente non facile ed ora a complicare le cose ci si mettono anche le possibili voci, al cui proposito voglio fare una precisazione. Io mi sono incontrato con i curatori chiedendo la risoluzione e la loro risposta è stata negativa. Ho ancora due anni di contratto e voglio precisare che sono disposto a lasciare tutto lo stipendio pur di risolvere il contratto. Mi spiace solo che si sia rifiutata la mia proposta quando ho visto che ad altri giocatori è stata accettata“.

Lo stesso Feddal, qualche settimana fa, sembrava invece disposto a rimanere a Parma. Dopo la gara contro l’Inter a San Siro aveva risposto così alla domanda su un suo possibile futuro in maglia crociata: “Io ho ancora due anni di contratto, se la società conterà su di me io rispetterò il contratto e resterò a Parma.  Sono arrivato nell’estate 2013 e non ho avuto l’opportunità di poter giocare con questa maglia. Devo dire la verità: io sapevo dei problemi che c’erano, ma siccome il Parma mi aveva dato l’opportunità di venire in Italia, la mia volontà è stata quella di tornare e dare il mio contributo per questa società, per l’opportunità che mi ha dato”.