FAGGIANO: “MELANDRI VA AL FANO, ENTRO GIOVEDI’ CI SARANNO NOVITA’: PRESTO ALTRI DUE ACQUISTI”

Dopo la presentazione di Scozzarella il Direttore Sportivo del Parma Daniele Faggiano ha fatto il punto sul mercato del Parma, rispondendo anche ad una polemica iniziata da Alfredo Pedullà.

Ecco le parole di Faggiano:

“Non ho peli sulla lingua. Se dovessi fare un favore al Trapani, di certo non prenderei un giocatore che è titolare da loro, avrei preso uno scarto. Ogni giocatore che esce accostato al Parma viene accostato agli avversari. I giocatori che escono che non interessano al Parma sono fatti per fare mercato. L’altra volta avevo detto che non ci interessavano Barillà e Scozzarella perchè sia il Trapani che il Parma avevano partite importanti, ed è destabilizzante. Il Trapani sapeva che se avessero pensato di cedere questi giocatori io c’ero. Se io dovevo andare a rompere le scatole al Trapani non l’avrei fatto. Non è che non mi interessasse Scozzarella, ma non posso andare a rompere le scatole al Trapani che è in difficoltà. Quando mi hanno detto che c’era la possibilità di cedere il giocatore allora abbiamo iniziato. La trattativa è stata lunga e dura, ma i soldi che ha chiesto a noi sono gli stessi che ha chiesto alle altre squadre. Poi forse perchè conosceva me, forse perchè gli piace il progetto, forse per altri motivi ha scelto Parma. Sul resto stiamo andando avanti per concludere delle altre situazioni. Melandri è andato al Fano, dobbiamo fare delle altre uscite, e delle altre entrate. Domani andrò a Milano, e da domani fino a giovedì ci potrebbero essere delle novità. Sono trattative già intavolate. Poi può darsi che qualche trattativa vada male, ma ho più di qualche alternativa. Il sostituto di Melandri il primo della lista? Si, ma potrebbe essere un under, non un over. L’identikit è quello di giocatori che ci possano far fare un salto in avanti. Devono essere adatti al modulo del Mister. A me dà fastidio chi non vuole bene al Parma. Ci sono delle situazioni che non mi piacciono. Io rispetto quelli che c’erano prima di me. Se siamo qui è pure grazie a loro, e non si rinnega mai nulla. Si va avanti, si lavora. Ma che si debbano fare confronti non è bello nè per me nè per loro. Qualcuno però vuole mettere il dito nella piaga, ma questo qualcuno non lo vedo mai alle conferenze stampa. Se noi pensiamo che Baraye può fare l’esterno nel 4-3-3 come vorrebbe il Mister è quasi impensabile, perchè ha tanta qualità ma non ha la velocità necessaria. Baraye in scadenza? Ho già parlato con gli agenti per il rinnovo. Scozzarella? Corapi non sta facendo male, ma se vogliamo alzare il livello dobbiamo avere almeno due giocatori di livello importante. Corapi però me lo tengo stretto. Gli acquisti saranno 4 o 5, e poi qualche giovane che possa essere importante, in prestito da società di Serie A. Ogni volta che facciamo un’offerta a qualcuno dopo due minuti arriva un’offerta di un’altra squadra, più alta di diecimila euro. Non è un mercato facile, per quello non farò mai nomi. Speriamo di chiudere quanto prima un paio di giocatori. Il ritiro abbiamo deciso di farlo a Collecchio perchè qui abbiamo tutto, ed è inutile andare in Sicilia dove per altro ora c’è la neve”.