EX – Bomber Muslimovic beffa il Guangzhou nella Supercoppa cinese

Guangzhou è un nome che i tifosi crociati hanno imparato a conoscere grazie agli sviluppi (mancati) del calciomercato invernale. A lungo, infatti, i dirigenti della squadra cinese hanno inseguito Biabiany, ma alla fine sono riusciti a strappare Diamanti al Bologna (dalla loro avevano la volontà del giocatore). Il Guangzhou allenato da Marcello Lippi, ex tecnico della Nazionale Italiana che vinse il Mondiale nel 2006, è entrato dunque nell’immaginario collettivo grazie alle voci, alle indiscrezioni e al circo mediatico del calciomercato.

muslimovic2Normale, dunque, che la stampa italiana si interessi ai risultati del Guangzhou, considerando la presenza proprio di Lippi e Diamanti. Facendo questo, però, capita a volte di imbattersi in curiosi ex del passato. E’ il caso di Zlatan Muslimovic, che indossò la maglia crociata proprio nell’anno in cui Tommaso Ghirardi si insediò a capo del Parma Fc. Schierato da Ranieri con una certa frequenza, il bosniaco disputò un buon finale di stagione prima di sparire un po’ nell’oblìo, dal quale però è “tornato” proprio nelle ultime ore. Muslimovic, infatti, ha deciso la sfida di Supercoppa Cinese tra il suo Guizhou e la squadra allenata dal tecnico di Viareggio con un gol al 35′.

La partita, inoltre, non ha visto Lippi tra i protagonisti: per protestare contro il mancato rinvio del match, infatti, non si è seduto in panchina. La richiesta era stata mossa perchè il suo club sarebbe arrivato stanco (dopo le fatiche del Mondiale per club e un lungo ritiro precampionato in Spagna) e con molti giocatori ai box per vari motivi (Diamanti ancora non è pronto per scendere in campo con la nuova maglia). La partita però si è giocata comunque, ed è finita con la vittoria del Guizhou proprio grazie a Bomber Muslimovic.