EVACUO: “VOGLIO RESTARE: ORA DECIDERA’ LA SOCIETA'” – MAZZOCCHI: “POTEVO FARE DI PIÙ: IL GOL ARRIVERA’…” – VIDEO

Nonostante tutte le voci di mercato, oggi D’Aversa gli ha dato fiducia e lui l’ha ripagata segnando il gol della vittoria. Felice Evacuo ha commentato l’incontro e la sua situazione al termine di Parma-Santarcangelo:

La mia ultima partita in maglia crociata? Assolutamente no. Oggi giocavo in una situazione un po’ particolare, ma penso che domani si faranno delle valutazioni con il Direttore. Sicuramente la mia volontà è quella di rimanere, spero che sia anche quella della società. Dipende da quello che ha in testa la società. Sappiamo benissimo qual è la situazione che si è venuta a creare nel girone d’andata. Io ho messo da parte le situazioni di mercato che erano fin troppo. Oggi il Mister mi ha messo in campo e mi ha dato un attestato di stima importante. Spero di aver ricambiato sul campo, oggi, e di farlo in futuro. Poi il mercato è particolare. Per il momento Parma ed Evacuo sono legati. Il gol? No, non era fuorigioco. Il guardalinee ha visto la deviazione, ma era di un giocatore del Santarcangelo. Non portare a casa questi tre punti sarebbe stato un peccato. In coppia con Calaiò? L’ho già detto mille volte. Tutto possono giocare assieme. Oggi penso che abbiamo fatto una buona partita, poi è normale che il risultato finale può cambiare le valutazioni. Il Mister ci ha dato un’opportunità, l’abbiamo sfruttata. Abbiamo dimostrato con i fatti di poter coesistere. Il gol? Di solito è difficile che l’arbitro si assuma la responsabilità di invertire una decisione del guardalinee, ma è stato bravo. Sono felicissimo di aver segnato, era un’opportunità importante per me. Devo ringraziare il Mister. La dedica per il gol va a mia moglie che è quella che soffre di più per certe notizie di mercato. Poi si è fatto avanti l’Avellino che è dove abitiamo. Spero di fare delle valutazioni con il Direttore per sistemare la situazione il più presto possibile”.

Insieme a Felice Evacuo ha analizzato il match anche Pasquale Mazzocchi.

Ecco le sue parole:

Diciamo che il primo tempo eravamo abbastanza bloccati. Loro sulla destra giocavano sempre a uomo. Nel secondo tempo siamo riusciti a sbloccarla. Quando puntavo l’uomo ne sono uscito fuori. Quando sono arrivato non sapevo proprio difendere, ora riesco a fare qualcosa. I miei compagni mi stanno dando dei consigli. Quando posso vado in avanti, ma il Mister vuole che difenda e per me va bene, voglio sempre dare il 100% in campo ed in allenamento. In questa lunga sosta abbiamo lavorato sul piano fisico e sul piano tecnico. Su alcune conclusioni oggi potevo fare di più, oggi ho cercato di tirare con il sinistro, il gol arriverà”.