EUROPEO U17 – UCRAINA-ITALIA 1-2 – L’Italia vince all’ultimo respiro, con uno splendido assist di Cerri!

Dopo il primo tempo, terminato per 0-0, gli azzurrini sono scesi in campo con un atteggiamento molto simile a quello del primo tempo, lasciando pochi spazi agli avversari e cercando di proporsi in avanti senza però scoprirsi.
E’ però l’Ucraina a passare in vantaggio, raggiunta da un gol di Parigini.
Cerri per tutto il secondo tempo ingaggia una battaglia con la porta avversaria, provando a segnare in tutti i modi: poi capisce che non è giornata e proprio allo scadere serve un’assist al bacio per Pugliese che segna il gol vittoria proprio allo scadere. Giusto così, l’Italia a nostro modo di vedere non meritava di perdere, e con un po’ di caparbietà è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio.

Ecco il film del secondo tempo!

Al 42‘ l’Italia si rende pericolosa con un ottima azione: lancio verticale per Cerri, che di petto serve indietro un compagno che di prima intenzione lancia in profondità Parigini (ottimo impatto per il giovane n°10 che è subentrato nel primo tempo all’infortunato Piu). Dopo un colpo di testa debole di un difensore è proprio Parigini che mette giù il pallone e di prima intenzione spara di poco a lato.

Al 45′ è Alberto Cerri a cercare il tiro da fuori area, bloccato però da un difensore; sempre Cerri in rovesciata, al 51′, non trova la porta tirando alto sopra la traversa.

Al 53‘ il giovane crociato continua il suo “monologo”: su una punizione dal limite dell’area, si fa trovare completamente solo sul dischetto del rigore, e di testa non centra la porta di pochissimo. Al 56′ riceve un cartellino giallo, siamo sinceri e ci è sfuggito il perchè.

Al 58‘ è Lukyanchuk che a due passi dalla porta, completamente indisturbato, invece di concludere in maniera “semplice” prova la semi-rovesciata sparando alle stelle.

Al 61′ l’Ucraina passa in vantaggio, con un incredibile tiro di Vachiberadze che trova il gol della domenica: da fuori area tira una parabola che finisce direttamente all’incrocio, incolpevole Scuffet che non poteva fare davvero nulla.

Al 64′ Zoratto inserisce Tutino al posto di Palazzi.

Al 67′ è Bonazzoli che ci prova da fuori, con la palla però che finisce ampiamente sopra la traversa.

Al 69′ è ancora Cerri che di testa si rende pericoloso, sfiorando la traversa.

Al 70′ Zoratto toglie un Bonazzoli un po’ in ombra e inserisce Vido.

Al 75′ gli azzurri pareggiano: su assist di Tutino, Parigini prima liscia clamorosamente in acrobazia, poi si rialza e riesce a siglare l’1-1.

zorattoesulta2Al 79′ è ancora Cerri che da posizione defilata non trova la porta con un rasoterra che attraversa tutta la porta.

All’83′ la rimonta degli azzurri si compie: Pugliese serve Cerri, richiamando il triangolo; il giovane azzurro sforna un assist al bacio ancora per Pugliese che segna il vantaggio proprio allo scadere.

——————————-

Ecco il racconto del primo tempo tra Italia e Ucraina
, terminato 0-0.