ESCLUSIVA PFZ.IT – Carlo Zampa: “Chiedi a Totti con chi si è trovato meglio: risponderà Cassano”

Il Parma, da ieri sera, si trova nella Capitale per preparare la partita di domani contro la Roma. Lucarelli e compagni si troveranno di fronte quel Francesco Totti che ha nella squadra crociata la sua vittima preferita: sono 18, infatti, i gol che il Capitano giallorosso ha segnato contro il Parma in Serie A. In campo, però, ci sarà anche quell’Antonio Cassano che nei suoi 5 anni di Roma ha lasciato ricordi contrastanti: ai suoi gol e alle sue giocate in coppia con Totti, infatti, si sono sommati quei comportamenti che per certi versi lo hanno accompagnato per buona parte della sua carriera. Proprio per questo qualcuno, all’epoca, aveva iniziato a chiamarlo Peter Pan, ovvero colui che sa volare, ma che si rifiuta di crescere. Quel qualcuno si chiama Carlo Zampa, storico tele-radiocronista giallorosso, nonchè speaker giallorosso dello Stadio Olimpico dal ’98 al 2005.

cassanoooCarlo, se dico Antonio Cassano a cosa pensi?

“Penso ad un giocatore dalle qualità straordinarie. Da un punto di vista tecnico penso che sia uno dei più forti al mondo, e purtroppo non è riuscito a sfruttare al meglio queste grandi doti che madre natura gli ha dato.”

Il soprannome che avevi coniato per lui nelle tue telecronache era Peter Pan. Sono passati 8 anni dal giorno in cui ha lasciato la Roma, secondo te Peter Pan ora è cresciuto?

“Io penso di sì, non ho avuto la possibilità di poterlo sentire, e c’è proprio il dispiacere per esserci un po’ persi di vista. Però si è sposato, è diventato anche papà, forse in questo momento è meno Peter Pan di prima, però rimane comunque un fuoriclasse assoluto. Il problema suo è un altro, ovvero un carattere che non è riuscito a supportare nella maniera migliore queste sue grandi doti.”

totticassanoDel resto i tifosi della Roma all’epoca discutevano sul fatto che sarebbe addirittura diventato più forte di Totti…

“Secondo me nei singoli colpi ha addirittura un qualcosa in più rispetto a Francesco, ma la coppia Totti-Cassano per me è la coppia più bella del mondo. Se parli con Francesco Totti e gli chiedi qual è stato il giocatore con cui ha giocato e con cui si è trovato meglio ti dirà sempre Cassano, perchè sono due fuoriclasse, e quindi si capiscono al volo. In quegli anni abbiamo un po’ tutti sperato o sognato di vedere Cassano prendere il testimone da Francesco Totti, purtroppo così non è stato. Se lui avesse avuto un carattere diverso forse la coppia Totti-Cassano sarebbe stata la più bella per tanti anni, e probabilmente la Roma avrebbe vinto qualcosa in più. E’ un rimpianto per quello che riguarda proprio le doti del giocatore, perchè è un giocatore straordinario.”

Hai sicuramente avuto modo di conoscerlo, nei suoi 5 anni di Roma (dal 2001 al 2006, Ndr). Che ricordi hai dell’uomo Cassano, oltre che del giocatore?

“Guarda, Antonio è un ragazzo di grandissima generosità, al di là del suo atteggiamento guascone comunque è anche un ragazzo molto dolce, di grande cuore. E’ uno vero, ecco, una persona umile e una persona vera. Indubbiamente, però, la vita lo ha sottoposto a delle prove non facili e questo credo che abbia anche influito.”

cassanochievoA Parma è arrivato e in 3 mesi ha perso 10 kg, non ha praticamente sbagliato una partita e soprattutto, parentesi Sampdoria a parte, si sta comportando benissimo e si allena duramente. Nelle partitelle non ci sta proprio a perdere, e questo è sintomo di un ragazzo che ha capito l’importanza del lavoro settimanale.

“Questo vuol dire che sta migliorando. Se mi dici che si sta allenando, e lo fa pure bene, è un sintomo di assoluta maturità perchè insomma, se chiedi ad Antonio qual è la cosa che sinceramente gli da più fastidio – ride – sono proprio gli allenamenti, Non è che lui ami l’allenamento, poi però da grande giocatore di classe qual è in campo riesce quando è in giornata e quando vuole a spostare veramente gli equilibri di una partitaC’è da dire che lui ha avuto delle grandi possibilità, perchè ha giocato nella Roma, è stato al Real Madrid, è stato poi al Milan, poi all’Inter, quindi ha giocato con grandissimi giocatori e con grandissimi campioni. Però non è durato, non è riuscito purtroppo a mettere la sua grande classe anche al servizio di grandi squadre, e questo è stato il suo grande limite.”

Nuovaimmaginecontestroma

I tifosi romanisti come lo accoglieranno?

“Non credo bene, non c’è assolutamente un buon rapporto da quando è andato via. Diciamo con indifferenza, fanno un coro nei suoi confronti della serie, come si dice a Roma, “Ma chi se te fila…”, anche se poi utilizzano un termine più colorito, diciamo. Gli canteranno sicuramente quel coro, ogni tanto.”

A Parma iniziamo a pensare che nel regolamento del calcio ci sia scritto che un Roma-Parma con Totti in campo inizia sempre dall’ 1-0, visto che il capitano giallorosso un gol contro i crociati lo segna sempre. Che partita sarà secondo te?

E’ la squadra a cui ha segnato di più. Di certo Roma-Parma per noi vuol dire lo Scudetto, perchè il 17 giugno del 2001 la Roma ha vinto lo scudetto battendo proprio i crociati, e quindi i ricordi non sono dolci, ma dolcissimi. Io spero soltanto che non sia condizionata dal maltempo, perchè qui diluvia a Roma. E’ prevista pioggia anche per domani, speriamo che non ci sia maltempo, perchè altrimenti non si preannuncia una bella partita. Il Parma viene da dieci risultati utili consecutivi, Donadoni sta facendo direi un ottimo lavoro, Parma credo che sia davvero la città ideale per poter lavorare, sia per un atleta che per un allenatore. Poi la Roma è seconda in classifica, e spera di rosicchiare altri punti alla Juventus, quindi sarà sicuramente una bella partita.

L’Editorialista

ESCLUSIVA PARMAFANZINE.IT

(La foto di Carlo Zampa è tratta dal suo sito personale, www.carlozampa.it)