ENERGY TI GROUP NUOVO SPONSOR E SOCIO (AL 10%) DEL PARMA, UN AFFARE DA 25 MIL.

energytigroupNon una semplice partnership commerciale, ma un vero e proprio ingresso in società. Confermata dunque l’indiscrezione lanciata da ParmaFanzine.it dopo una fitta serie di telefonate per cercare di scoprire qualcosa di più sulla conferenza stampa indetta per questo pomeriggio: Energy TI Group, colosso che lavora nel mercato energetico, entra a far parte del Parma Fc e da oggi sarà proprietario del 10% delle quote. Un’investimento anche commerciale che prevede un’ingresso nelle casse del Parma di 25 milioni di euro in dieci anni. Soldi che, come ha precisato Ghirardi in conferenza stampa, sono “per il Parma, non per i soci che ne fanno parte“. Una boccata d’aria fresca quindi, ma soprattutto un sintomo importante di quanto il Parma sia una società appetibile, e di come i suoi conti siano assolutamente in regola. La voglia di andare avanti per crescere sempre di più, insomma è chiara. Il marchio di Energy TI Group sostituirà quello di Navigare sulle magliette dei crociati.

Ecco le parole del Presidente Ghirardi e di Roberto Giuli, Amministratore Delegato di Energy TI Group, durante la conferenza stampa:

TOMMASO GHIRARDI: “Scusate se ho avuto problemi per confermare la conferenza, ma avevo degli impegni che ho risolto. Questa conferenza rappresenta il frutto di tanto impegno, dell’immagine che abbiamo dato a questa società nell’ambito italiano ed europeo, con ottimi risultati. Era tanto – riporta ParmaLive.com – che aspettavo questa conferenza: annunciamo un accordo pluriennale con gas e power. Vogliamo far diventare il Parma importante a livello nazionale e non. Sono accordi commerciali che porteranno nelle nostre casse 25 milioni. E’ una cosa che ci dà orgoglio. E’ difficile trovare partner soprattutto italiani. Mi sono guardato intorno e questa società ha come core business la vendita di energia. Il mio sogno era l’azionariato popolare ma in Italia non è possibile. Voglio aggiungere con orgoglio che il dottor Giuli vuole entrare nel patrimonio del Parma calcio. Non era previsto e mi ha sopreso. Sarà un secondo socio che entra direttamente nel Parma calcio. Nel prossima Cda verranno inseriti i capitali per il club, per il Parma, non per i soci che ne fanno parte. Quando sono entrato nel Parma io e Meneghini ci siamo divisi la società: il 40% io, l’altro lui e il 20% era rimasto a Banca Monte Parma. Poi ho comprato il 30% di Meneghini che ha dovuto lasciare. Detengo la quota del 70% e il 30% lo hanno gli amici Volpi e Ferrari, più una piccola parte della banca. Tutti i soldi della Energyti sono stati messi nel capitale del Parma per testimoniare che vogliamo la crescita del club e non l’arricchimento dei soci. Per la crescita del progetto Parma e per un futuro roseo. Ora Eventi sportivi controlla il novanta per cento del club, il dieci l’Energyti. Non esce nessuno dal Cda del Parma Che non subisce variazioni da quello che è in essere, con l’aggiunta di Giuli e di un’altra persona. Sono deluso dall’ambiente parmigiano, che alimenta voci sul fatto che non vogliamo andare in Europa. Chi l’ha fatto si deve vergognare: io piuttosto constato che abbiamo finito due volte le partite in dieci in questo finale di campionato, che sarà difficile.

ghirardienergytigroupROBERTO GIULI: “Grazie al Presidente Ghirardi per la presentazione. Siamo entrati in questo rapporto commerciale, grazie all’amicizia con il Presidente ed il direttore Leonardi. Controllando il management e i bilanci trasparenti del club siamo voluti entrare in società con il 10% del gruppo che rappresento. Nei prossimi giorni saremo più prodighi di dettagli. Il percorso da fare col club è lungo e noi ci crediamo. Vogliamo instaurare un rapporto duraturo nel tempo e non a medio termine. Ci saranno altri incontri che il Presidente organizzerà dove spiegheremo le iniziative. Intanto ringraziamo Leonardi e Ghirardi per questa possibilità. Siamo interessati a questo progetto ma dipende anche all’amministrazione comunale. Vorremmo dare allo stadio un efficienza energetica maggiore e aggiungere comfort per i tifosi. Speriamo di trovare a breve l’approvazione del comune per arrivare al Tardini di Parma”.

(La foto in evidenza è tratta dal profilo Twitter ufficiale del Parma Fc)