DONADONI: “TURNOVER? VEDREMO… BELFODIL? NON FACCIO BILANCI DOPO TRE PARTITE”

donadoni3Con l’iniezione di tranquillità che i tre punti contro il Chievo hanno dato all’ambiente, ma con la corazzata Roma alle porte, il Parma continua la preparazione in vista della gara di domani sera. Prima della rifinitura della vigilia, Donadoni ha incontrato i giornalisti nella Sala Stampa del Centro Direzionale di Collecchio per affrontare i temi legati ad una partita sulla carta quasi proibitiva.

Ecco le sue parole:

parmaromacontest“Se il Parma può battere la Roma? La cosa che mi preme è che la mia squadra cerchi di affrontare un avversario che, nonostante alcune assenze, in confronto a noi non ha molto da “lamentarsi”. Come batterli? Giocando a calcio. Noi ci proviamo, sappiamo che di fronte abbiamo dei giocatori di assoluto valore dal punto di vista tecnico. Se noi vogliamo ovviare in qualche modo è chiaro che non possiamo pensare e credere di metterla solo dal punto di vista tecnico. L’interpretazione dal punto di vista della volontà, di raggiungere un risultato importante sarà quella che farà la differenza. Cassano? Antonio ha tante qualità dal punto di vista tecnico, ha qualche lacuna com’è normale che sia, e quindi con l’aiuto di tutti si cerca di compensare. Se potrà fare 3 partite in 9 giorni? Lo vedremo solo vivendo… Turnover? Oggi farò le mie valutazioni. Se la vittoria ha dato fiducia? E’ chiaro che i risultati ti danno sempre un sostegno, e aver fatto il risultato rimontando una situazione non facile credo che sia stato estremamente positivo. Ora però dobbiamo continuare su quest’onda e non ricadere negli errori, dobbiamo cercare di crescere, farne tesoro e di sapere cosa va ripetuto in positivo e non negativo”.

cassanoflessioni2C’è chi pensa che Cassano dovrebbe essere risparmiato, dando per persa la gara con la Roma? So che qualsiasi suggerimento porta a motivi di contrapposizione, perchè ognuno ha diritto a ragionare nel loro modo. E’ bello ascoltare, ma tutte le cose che arrivano dal di fuori, e non sono gestite dall’interno del gruppo, sono idee che non hanno fondamento. Le cose bisogna viverle personalmente per capire cosa si può fare o meno. Oggi avrò degli ottimi motivi di ragionamento, e quindi anche la possibilità di scegliere la formazione di domani. Non si ragiona mai in funzione di un solo giocatore, ma anche in funzione delle opportunità che la rosa che ho a disposizione mi da. Perchè ho utilizzato così tanti giocatori? E’ il buon senso a fare le scelte. Totti? Il valore del giocatore lo conosciamo, qualche gol l’ha fatto nella sua carriera, non credo che abbia segnato solo contro il Parma. E’ un ritornello che sentiamo ogni volta e non vorrei essere ripetitivo…”

coda-chievo-mixedCoda? Tutti i ragazzi che ho a disposizione, soprattutto i nuovi, hanno potenzialità e capacità per poterci stare e giocarsi tranquillamente le proprie carte. Coda lo sta facendo, come lo stanno facendo anche altri, e sono contento. E’ una gratificazione vedere giocatori che arrivano e poco a poco si conquistano il proprio spazio. Belfodil? Non faccio bilanci dopo tre partite, perchè chi lo fa non sposa assolutamente il mio modo di ragionare. Ognuno può fare quello che vuole, ma la mia valutazione non è in questo senso. Sta giocando, sta cercando di crescere, migliorare, viene da una stagione difficile. Galloppa? E’ un giocatore che ne ha passate tante, e ha una grande forza di volontà ed è un giocatore che si rimette in discussione ogni volta. Quello che ha fatto domenica entrando è qualcosa di estremamente positivo, mi fa piacere per lui, però non ci si deve fermare lì. Ma lui ha voglia di rimettersi in discussione“.