Donadoni: “Sansone? E’ la dimostrazione che non si deve mai mollare”

Dopo l’importantissima vittoria di sabato scorso al San Paolo, il Parma è chiamato a riconfermarsi domani nel derby contro il Bologna. Alla vigilia della sfida del Tardini ha parlato Roberto Donadoni in conferenza stampa.

Ecco le sue parole:

Nuovaimmaginecontest“Continuità? E’ una parola un po’ inflazionata per tutti – riporta il sito ufficiale fcparma.com – ma è normale e logico venga utilizzata. Spesso però viene abbinata al risultato e non al modo di esprimere la prestazione, è fondamentale che ci sia sempre un certo modo di stare in campo. Noi abbiamo fatto un ottimo risultato a Napoli e ci deve far capire che impatto dobbiamo avere sulla gara, domani non si può prescindere da quello. Fisicamente e mentalmente stiamo tutti abbastanza bene, oggi faremo un lavoro di rifinitura che verrà completato domani in mattinata. Dobbiamo prepararci bene, perché il Bologna è in grande forma fisica e dobbiamo controbattere, mettendo poi in evidenza le nostre peculiarità. Attacco “leggero”? Al San Paolo ho avuto buone risposte, tutti hanno le stesse chances di giocare e questo aumenta la competitività durante gli allenamenti. Dobbiamo pensare a noi e non alla squadra avversaria, ben sapendo che loro hanno determinate caratteristiche. Se il nostro impatto iniziale alla gara è quello di sabato scorso, ci creeremo dei presupposti positivi. Dobbiamo lavorare su noi stessi. E’ giusto che ci sia entusiasmo, serenità e ottimismo dopo Napoli ma non deve fare calare la tensione. Serve più pignoleria e attenzione ai particolari, meno superficialità, altrimenti ci troveremo a parlare di altre occasioni sprecate senza aver imparato nulla dal recente passato“.

Abbiamo giocato partite giuste anche con il 3-5-2, per questo non è importante il modulo ma come viene interpretata la gara. Non abbiamo una fisionomia definitiva e questo è un vantaggio che dobbiamo sfruttare. Bisogna avere il desiderio di fare una grande gara. Il Bologna arriva da un’eccellente partita contro una squadra che lotta per vincere il campionato, ma non dobbiamo distogliere il focus da noi stessi. Paletta sta bene, vedremo domani. Sta tornando a pieno regime, anche se ha avuto un problema intestinale in settimana. Sansone fino a due settimane entrava a intermittenza, sabato ha disputato una buona prestazione dal primo minuto: ha dei margini, deve migliorare, ma è la dimostrazione che serve pazienza e non si deve mai mollare. E’ l’approccio che devono avere anche gli altri compagni. Capisco chi gioca meno, ma non ci sono altre vie che l’impegno continuo. Staccare la spina agevola solo il compito di chi gioca e di chi fa le scelte. Interferenze dall’esterno? Lasciano il tempo che trovano, non ci hanno minimamente disturbato”.