DONADONI: “NON È STATO UN PROBLEMA DI STANCHEZZA, IL GENOA HA AVUTO MAGGIORE CATTIVERIA”

Difficile, o forse molto facile, commentare una gara in cui il Parma ha davvero sbagliato l’approccio mentale rimanendo in balia degli avversari per quasi tutta la gara, fatto salvo per qualche spiraglio di luce visto nella seconda frazione di gioco. Roberto Donadoni, al termine di Genoa-Parma, ha comunque provato ad analizzare il match.

Ecco le sue parole:

Questa sera ci e’ mancata l’energia sufficiente, nel senso che non abbiamo avuto la solita determinazione. Se si trattasse di stanchezza allora non si spiegherebbe il secondo tempo. Non siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento, abbiamo regalato il primo tempo anche se poi nella ripresa e’ andata meglio. Abbiamo perso genoa-evidenzauna gara dopo una partita come quella con la Juve, perchè non abbiamo avuto la stessa intensità di sabato. Contro una squadra come il Genoa questo si paga, abbiamo perso molti contrasti, diversi giocatori stasera mi sono parsi troppo compassati, non determinati come sempre. Quando non sei al 100%riporta il sito ufficiale crociato –  con tutte le tue qualità in campo, fai fatica anche a sfruttare le occasioni quando le hai e a ribaltare un risultato. Oggi sicuramente non e’ stata la miglior prova della squadra, anche in termini di aggressività, ma nelle partite scorse abbiamo speso molto e a livello di energia qualcosa e’ venuto meno ma sicuramente il Genoa ha avuto più cattiveria agonistica di noi. Questi ragazzi comunque nelle ultime settimane hanno speso molto sia in termini fisici che a livello mentale. Ora dobbiamo recuperare un po’ di energie e andare avanti. Le notizie dal fronte societario? Lasciamo lavorare i curatori Anedda e Guiotto che con Albertini stanno lavorando molto e son sicuro agiranno al meglio”.