Donadoni: “Le voci su Cassano? Prima di tutto viene il bene del Parma”

NuovaimmaginecontestevidenzaCome di consueto, alla vigilia del match di campionato si è presentato ai microfoni dei giornalisti il tecnico del Parma, Roberto Donadoni.

Ecco le sue parole relative al match di domani contro la Sampdoria (il video della conferenza è su Parma Channel):

“Fare bene, fare risultato ci proietterebbe in una posizione di classifica buona. Affronteremo una squadra viene da un periodo positivo, carica e motivata dal punto di vista fisico e mentale, e noi dovremo andare lì veramente con delle motivazioni feroci. Mi aspetto una risposta importante anche perchè mancano dei protagonisti. Il punto di vista tattico? Non è una questione di sistemi di gioco, è più un discorso di caratteristiche diverse. Abbiamo fatto bene anche senza Cassano, quindi non sono preoccupato. Come sempre farò le mie osservazioni durante la rifinitura, ma è importante e necessario che ci sia una squadra motivata. Non sono ancora riuscito ad avere continuità giocatori come Obi, Gargano, ed è motivo di rammarico da parte mia, ma bisogna fare di necessità virtù, e voglio delle conferme dagli altri.

Le voci su Cassano? Si parla di un periodo, quello del calciomercato invernale, che parte una settimana, dieci giorni prima perchè tutti quanti cercano di portarsi avanti con i discorsi. Non so come andrà la cosa, vedremo, però è chiaro che prima di tutto viene il bene del Parma. Noi abbiamo una rosa di giocatori che è stata voluta e cercata in un determinato modo. E’ chiaro che abbiamo giocatori che possono fare la differenza, ed Antonio è uno di questi, ma la grandezza di una squadra si misura proprio quando ci sono le necessità. Paletta? Mi auguro che per la prima di gennaio possa essere di nuovo a disposizione.”

“Gli esterni contro il 4-2-3-1 della Sampdoria sono importanti, ma è più importante l’atteggiamento di tutta la squadra. La Sampdoria ha dimostrato di avere carattere e temperamento, e noi dovremo essere all’altezza. Se pensiamo di andare lì senza essere motivati, è uguale il modulo che utilizzeremo, perchè gli altri recupereranno più seconde palle, vinceranno più contrasti, e la Sampdoria è una squadra di questo tipo.”