DONADONI: “DOBBIAMO ESSERE OTTIMISTI, ESSERE PESSIMISTI NON SERVE…”

Alla vigilia di Milan-Parma, Roberto Donadoni si è seduto nella Sala Stampa del Centro Sportivo di Collecchio per la consueta conferenza del pre-gara. Il Mister ha affrontato i temi legati alla gara di domani, alla situazione attuale e ha anche commentato il “famoso” tweet di Cassano.

donadoni-san-secondo2-1Ecco le sue parole, raccolte da ParmaFanzine.it:

Abbiamo solo una possibilità, quella di andare ad affrontare la gara contro il Milan con la mente più separata possibile da quello che sta succedendo. E’ chiaro che andiamo ad incontrare una squadra con delle difficoltà, ma che avrà voglia di rifarsi, e se non siamo bravi ad interpretare una gara come abbiamo fatto contro la Juventus faremo fatica. Il Presidente dopo la gara contro la Juventus ha dovuto assentarsi e rientrerà domani, non ne abbiamo parlato. Il mercato? Spesso abbiamo visto situazioni che si evolvono e che si chiudono nelle ultime ore, e come al solito succede che tra oggi e domani molto si calma e lunedì si scateneranno tutti quanti. E’ chiaro che come abbiamo già ripetuto c’è bisogno di fare qualcosa sul mercato, ma poi non so quello che sarà fattibile o meno. De Ceglie l’abbiamo utilizzato anche in un ruolo avanzato, ed è lecito aspettarsi che potesse fare alcuni gol. Il ragazzo è tornato alla base, e quindi da quel punto punto di vista abbiamo perso qualcosa, e si sta ragionando per trovare alcune alternative, sia dal punto di vista numerico che di possibilità di scelta. Tutto si può rimediare, se avessi Messi, Ibrahimovic e Cavani potremmo parlare di tattica, ma abbiamo quelli che abbiamo, e cercheremo di migliorare. Le risposte che abbiamo avuto mercoledì è stata la prova provata del fatto che si può fare bene. Un ritorno di Cerri? Non so, onestamente, è un giocatore che è in un’altra società, e bisogna ragionare con il Lanciano. Questi discorso esulano dalle mie capacità e dalle mie competenze, e non saprei cosa dire. L’importante è che il ragazzo stia bene, è un giocatore giovane e ha bisogno di tornare a giocare”.

donadoni-mixedMercoledì abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato, e gli abbiamo tenuto testa, con grande volontà e spirito di coesione, e questo è inevitabile che dev’essere il nostro filo conduttore. Galloppa ha fatto molto bene, e questo credo che sia stato estremamente positivo. Il futuro? Bisogna vedere come evolveranno le situazioni. Bisogna cercare di essere i più ottimisti possibili, perchè essere pessimisti non serve. Poi ovviamente faremo tutti i nostri ragionamenti. Se è vero che i giocatori non percepiscono lo stipendio dal mese di luglio, vuol dire che il fatto che qualcuno decide di rimanere non è una garanzia che gli stipendi verranno percepiti. Questa garanzia non c’è. Dobbiamo solo fare il nostro dovere fino in fondo, nel limite del possibile, e rispettare un discorso di dignità personale”.

“Ieri c’era ancora qualcuno un po’ affaticato, quindi faccio conto che tra oggi e domani siano tutti a posto e pronti per la partita. Sono stato sorpreso in maniera positiva dai nuovi acquisti, perchè al di là di un discorso fisico c’è anche quello mentale che è stato importante. Aver avuto questa risposta da Nocerino, da Rodriguez, è stata una cosa positiva. Sono ragazzi che si sono calati in questo contesto e hanno capito quelle che sono le necessità. Il Milan? I commenti fatti dall’esterno lasciano il tempo che trovano, tutto quello che si dice da fuori sono fini a sè stessi. Con tutti i problemi che abbiamo qui a Parma se parlassi anche dei problemi degli altri sarebbe esagerato. Io convivo con i miei problemi, faccio il meglio che posso per far sì che i ragazzi riescano a rialzare la testa“.

donadoni-mixed“Il tweet di Cassano? Non so neanche cosa siano i tweet, quindi non mi interessa, è solo aria fritta, niente più di questo. Il soprannome “Crisantemo”? Smettiamola con queste scemenze, parliamo di cose serie. Non meritano nessun genere di commento“.