Donadoni: “Con Cassano c’è armonia e sintonia. Parolo? Vorrei tenermelo stretto”

Roberto Donadoni può sentirsi soddisfatto del risultato ottenuto, e non lo nasconde ai microfoni di Sky Sport al termine di Livorno-Parma. Il tecnico ha compiuto delle scelte che denotano molta personalità, e alla fine il campo gli ha dato ragione.

Ecco le sue parole:

livorno“Abbiamo fatto solo il girone d’andata, ci sono ancora tanti punti e tante partite. Non pensiamo agli obbiettivi, pensiamo a fare bene ad ogni gara. Veniamo da una serie positiva di partite, i ragazzi hanno fatto cose egregie, ed è solo merito loro. Guardiamo avanti senza fare voli pindarici, mantenendo i piedi per terra, e sapendo che ci saranno gare in cui dovremo soffrire, come abbiamo fatto questa sera. Con il Livorno abbiamo stretto i denti, non si sono mai rassegnati, però alla fine abbiamo portato a casa un risultato importante. Amauri? Quando un giocatore ha nel dna determinate caratteristiche è chiaro che può stare a digiuno, ma quello che ha fatto è sempre stato positivo ed importante per la squadra. Ora sta facendo anche dei gol che ci fruttano punti importanti. Cassano? Il suo valore lo conosciamo tutti, è a disposizione come tutti i suoi compagni. Martedì ci sarà un turno di Coppa Italia molto importante, metterò in campo ancora dei giocatori che vogliono dimostrare e fare bene. Antonio era sorridente in panchina? Con lui c’è armonia, c’è sintonia, è chiaro che quando un giocatore come lui sta fuori non è piacevole, ma gliel’ho detto anche qualche giorno fa, deve stare tranquillo perchè le cose andranno come devono andare. Lui sta dimostrando questo, e io mi auguro che tutti stiano bene e si mettano a disposizione, sia che giochino o che non giochino, come Cassano sta facendo. La sua esclusione non c’entra con le voci di mercato, è una scelta tecnica, in rispetto di una rosa fatta da giocatori che stanno facendo bene. Una delle cose importanti che ha detto Antonio, inter nos, è che la squadra sta facendo cose importanti anche senza di lui, e sta ottenendo risultati importanti. E’ importante che un giocatore come lui faccia ragionamenti del genere. Ora dobbiamo continuare così.”

Di Marzio, dallo studio, imbecca il tecnico dicendo: Confermo che Cassano l’abbia presa bene, visto che non ha telefonato subito dopo la partita al proprio procuratore per chiedergli di cercargli una squadra.”

“Mi fa specie che ci sia questo procuratore diretto con il procuratore di Cassano… Questo mi fa riflettere un po’… Parolo? E’ un giocatore importante che sta facendo non bene, benissimo. Se perdi pezzi importanti, ammesso che questo avvenga, dispiace. Però se si parla di Parolo, di Cassano, vuol dire che stanno facendo bene. Il nostro obbiettivo è questo, cercare di valorizzare i nostri ragazzi. Poi è legittimo che ognuno sogni in grande, ma mi auguro che Parolo rimanga qui e vorrei tenermelo stretto.”