Donadoni: “A Firenze per dare continuità”

Come sempre alla vigilia delle sfide di campionato, si è tenuta oggi la conferenza stampa di mister Roberto Donadoni in attesa di Fiorentina-Parma, partita che sarà giocata nel posticipo di domani sera al Franchi. L’allenatore del Parma ha parlato della gara, del turnover, del sostituto di Amauri e della voglia di dare continuità alle prestazioni della squadra.

NuovaimmaginecontestfirenzeA Firenze mi aspetto continuità. Sappiamo che giocare tante partite in pochi giorni è molto impegnativo, soprattutto sul campo di una squadra forte che peraltro viene da una partita persa in maniera immeritata. Noi però non dobbiamo pensare a questo, alla rabbia della Fiorentina, dobbiamo lavorare su noi stessi e cercare continuità di prestazione, cercando di confermare ciò che di positivo abbiamo fatto nella gara contro l’Atalanta. Voglio vedere una squadra propositiva e vogliosa di fare bene, agonisticamente cattiva perché la Fiorentina ha tanta qualità e se non sei cattivo e aggressivo diventa davvero dura“.

Quando si hanno in rosa elementi di grande qualità come Cassano e Amauri è normale che si parli spesso di loro ma poi in campo tutti devono dare il loro contributo. Contro l’Atalanta hanno segnato i centrocampisti, questo è molto importante. Gli inserimenti da dietro sono efficaci perché i giocatori possono arrivare ad essere pericolosi senza essere guardati a vista come gli attaccanti. I centrocampisti che arrivano da dietro in velocità sono una fonte di pericolosità molto importante per noi“.

La scelta della sostituzione di Amauri non dipende dalle sue caratteristiche tecniche e fisiche. Seglierò soprattutto in base alla forma degli attaccanti che ho a disposizione e alcuni di loro hanno dimostrato nel recente passato di stare bene. Sansone, Palladino e Okaka sono tutti e tre candidati alla sostituzione di Amauri lunedì sera, in questo senso sono abbastanza sereno. Per il resto, a parte Paletta e Galloppa, tutti sono a disposizione e candidabili per un posto in campo. Non ho problemi sotto questo aspetto. Contro l’Atalanta ho alternato cinque giocatori rispetto a Catania ed è stato molto produttivo, questo è molto importante. Tutti devono essere consapevoli di poter essere protagonisti e questo vale anche per la partita di Firenze“.

La Fiorentina ha una rosa di assoluto valore dove il tasso tecnico dei singoli elementi è sopra la media. Hanno costruito un organico molto valido, con le caratterisiche adatte per fare una stagione di vertice. Hanno dimostrato sul campo di essere forti e noi dobbiamo cercare di fare una gara di alto profilo. Dovremo essere molto compatti e tenere alto il ritmo oppure è alta la probabilità di soffrire e subire“.

Su Amauri ho poco da dire, le giornate di squalifica sono giuste. Ha commesso una sciocchezza e il regolamento è questo, giusto che paghi. Quando si sbaglia in maniera eclatante non trovo nulla di strano che la pena sia eclatante. Paragoni con Balotelli non ne faccio“.