Donadoni: “Domani abbiamo la possibilità di riscattarci”

contestlazioparmaAlla vigilia della sfida importantissima contro la Lazio, con ancora qualche strascico dopo la gara contro la Juventus, Roberto Donadoni si è messo a disposizione dei giornalisti nella sala stampa del Centro Direzionale di Collecchio.

Ecco le sue parole:

Noi dobbiamo usare tutto in positivo. E’ chiaro che c’è un po’ di disappunto e rabbia, perchè forse, anzi, senza il forse, si meritava di più. Noi non chiediamo mai nulla, vogliamo solo che sia giusto. E’ un capitolo chiuso, e quella di domani è subito una possibilità di riscattarsi. Affrontiamo la partita con la Lazio con la coscienza di aver fatto una partita positiva dal punto di vista di ciò che si è espresso, ma negativa dal punto di vista del risultato. Punti che valgono doppio in chiave Europa League? Sapete che non sto a chiacchierare troppo su questi discorsi. Noi vogliamo andare a fare tutto il possibile per conquistare i tre punti in palio, vogliamo continuare a fare quello che stiamo facendo dal punto di vista della prestazione”.

errea-play-parmafanzine3Amauri? Abbiamo fatto a meno in passato di altri giocatori, come Paletta all’inizio del campionato. E’ chiaro che sono situazioni che bisogna saper gestire, a 360 gradi: dal punto di vista dei giocatori di non cadere in queste situazioni, per non mettere in difficoltà i propri compagni, e poi di conseguenza per coloro che hanno meno opportunità di approfittare di questo. Ci rammarica finire le partite in 10, perchè vuol dire che qualcosa tutti si è sbagliato, e quando si sbaglia bisogna capirlo in fretta e cercare di non ripetere gli errori. Gli sbagli ci stanno, ma diventando pericolosi quando ci si ricasca più volte. Faremo di necessità virtù, e adesso ci sarà la possibilità per altri giocatori, che possono ritagliarsi degli spazi che poi possono durare nel tempo, e andare a discapito di chi ha commesso qualche ingenuità. Vedremo”.

bantiCredo che per tutti quanti noi ci sia la possibilità di sbagliare, siamo umani, e a volte si sbaglia. Quando da certe situazioni si impara qualcosa questo può essere solo positivo. Anche Banti continuerà a fare quello che ha sempre fatto, ovvero arbitrare, in campo o come assistente, e sono sicuro e certo che il suo rendimento cercherà di tenere conto di quelle che sono le cose in cui si può commettere qualche errore, e quindi rivalutarsi. Come noi allenatori e giocatori in quei casi non vediamo l’ora di giocare per rimediare agli errori sul campo, questo vale anche per gli arbitri”.

“Cerri? Dipenderà da lui. Anche da me? E’ chiaro che io valuto, Cerri si sta allenando con noi, e come il resto della rosa è sotto il mio sguardo attento. Il fatto che Amauri possa giocare con la Roma è una coincidenza che può riservare un piccolo vantaggio. Vediamo però quello che faranno i compagni di squadra, perchè sono loro che determineranno le scelte”.

donadoni-conf-liv-2La situazione tra tifosi e Lazio? Non conosco la situazione, non posso porre nessun tipo di rimedio. Il fatto che non ci siano i tifosi non ritengo che sia un vantaggio per noi. L’Atalanta? E’ una delle squadre che ha delle chance, ma noi dobbiamo prima di tutto temere solo noi stessi. Se noi facciamo le cose al meglio non potremmo rimpiangere nulla. I complimenti dopo la gara con la Juve? E’ gratificante, ci deve dare maggiori certezze su noi stessi. Sono certezze che vanno gestiste bene, in modo da avere quell’impatto per tutti i 90′, e se noi riusciamo ad avere questo tipo di comportamento è chiaro che gli avversari ti soffrono maggiormente. Se noi riusciamo ad avere questo tipo di maturazione è chiaro che diventerà ancora più bello per noi e più brutto per gli altri. Gargano? Non ce la farà, mi auguro per la settimana prossima che sia disponibile“.