Donadoni: “Dispiaciuto per il risultato ma contento della prova dei ragazzi”

Dopo il pareggio interno per 1-1 contro il Genoa, mister Roberto Donadoni si è concesso ai microfoni della stampa per analizzare la partita appena conclusa. Ecco le sue dichiarazioni.

parmagenoaevidenzaIl valore dell’avversario lo conoscevamo, basta guardare che partita hanno fatto la settimana scorsa contro la Juventus. Un avversario ostico, difficile, un avversario che si chiude molto e che ti toglie spazi. Quanto riparti poi sono bravi a fermarti, con falli tattici e con situazioni che interrompono la tua azione di rimessa. Il Parma ad ogni modo ha espresso quello che mi aspettavo. Abbiamo creato subito due palle gol importanti, poi siamo andati sotto per colpa di una ingenuità che abbiamo commesso. Abbiamo reagito bene, abbiamo riagguantato il risultato e poi abbiamo avuto quattro o cinque situazione veramente vantaggiose dove, vuoi per imprecisione, vuoi per bravura dell’avversario, non siamo riusciti a concretizzare. Rimane un po’ di rammarico per non avere vinto, ma la prestazione dei ragazzi rimane, anche perché durante la settimana qualcuno come Antonio non era stato bene, Palladino anche e altri tre, quattro ragazzi hanno avuto problemi come febbre e influenzaSono un po’ dispiaciuto, meritvamo la vittoria“.

Come ho sempre detto noi cerchiamo di valutare ogni gara per quella che è. Mercoledì ci sarà la Juventus e quindi incanaleremo tutte le nostre energie e le nostre risorse, sperando che tutti stiano bene e che qualcuno riesca a recuperare. Quello che mi piace è che comunque anche chi gioca meno, quando è chiamato in causa riesce a dare il suo contributo. Adesso pensiamo alla prossima, senza fare troppi ragionamenti che non ci competono e non mi interessano. Io cerco di stare coi piedi per terra, assieme ai miei ragazzi, e valutare gara per gara“.

Oggi avevamo in campo un centrocampo diverso dal solito che ha fatto quello che doveva fare in virtù delle qualità dei ragazzi schierati in campo. La prossima riavremo Marchionni e contiamo anche di recuperare Gargano, ma abbiamo fatto lunghi periodi senza giocatori importanti come Paletta e altri e quindi vedremo di fare con gli strumenti che abbiamo e con il carattere e la voglia che hanno questi ragazzi di fare bene“.