Donadoni: “Tre punti meritati dai ragazzi”

Classica conferenza stampa per mister Roberto Donadoni dopo il successo casalingo dei suoi ragazzi, per 2-0, contro la Sampdoria. Ecco le sue considerazioni a caldo, poco dopo la fine della partita che ha garantito ai crociati il ritorno ai tre punti.

parmasampevidenzVolevamo fortemente fare risultato oggi, lo volevano i ragazzi. Sono stati bravi. Abbiamo interpretato la partita nella maniera giusta, siamo entrati bene in campo e abbiamo trovato subito il gol. Abbiamo poi avuto altre circostanze ottime e lì dovevamo essere più bravi a pigiare sull’acceleratore per riuscire a segnare. Quando non riesci a portarti sul 2-0 le gare poi rimangono sempre in bilico e questa è stata sicuramente la pecca di oggi. Ad ogni modo la gara è stata gestita bene dai ragazzi ed è stata sempre sotto controllo. Sono molto felice per i ragazzi, perché venivamo da un brutto periodo per quel che concerneva i risultati, ma non erano certo mancate le prestazioni. I tre punti se li sono meritati“.

Ad un certo punto la Samp ha giocato davvero con tanti giocatori offensivi. Era lecito pensare di poter subire qualche occasione pericolosa ma siamo stati davvero bravi a tenere sotto controllo la partita. Mi spiace per Amauri che è dovuto uscire per infortunio perché poteva essere il giusto terminale per alcune palle interessanti che abbiamo creato. Chi è entrato però ha fatto bene e questo è fondamentale. Tutti devono essere consapevoli di poter dare una mano. Raccogliere i tre punti oggi ci permette di guardare con più serenità alla prossima sfida che, a questo punto, diventa davvero molto interessante. Chi riuscirà a prevalere si guadagnerà lo spazio per centrare l’Europa“.

Dopo una stagione del genere dobbiamo cercare di utilizzare le energie fisiche e mentali a nostra disposizione per questo finale di campionato. Domenica sarà una finale. I ragazzi hanno due giorni di scarico per recuperare. Speriamo di avere tutti a disposizione per la prossima. Dobbiamo stare tranquilli e avere la serenità mentale che ci ha permesso di arrivare fino a qui, con la consapevolezza che avremo davanti undici avversari con la nostra stessa voglia di arrivare a un posto in Europa“.