Il derby di Cassano, sotto gli occhi di Prandelli in tribuna

cassanoderbyCon tutto quello che si è detto sulla Nutella sampdoriana, difficile non pensare a quello di oggi contro il Genoa come un derby, anzi, IL derby di Antonio Cassano. La Nutella, però è chiusa nella dispensa: Cassano non solo ha dichiarato di voler terminare la propria carriera a Parma, ma da qualche settimana ha anche iniziato ad allenarsi con una precisione ancora più maniacale, soprattutto dal punto di vista delle rinunce alimentari. Dipenderà tutto da lui. FantAntonio lo sa, l’ha capito, ed è deciso a non sbagliare. Sono due gli unici errori che Cassano può fare per gettare al vento una convocazione che sta diventando sempre più ufficiale: perdere la serenità e la voglia con cui sta scendendo in campo negli ultimi mesi, e rovinare quella condizione fisico-atletica che gli è costata un duro lavoro.

cassanoprandelliOggi, al Tardini (secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport), ci sarà Prandelli. Un’occhio, il Ct, lo rivolgerà a Gilardino, ovvero uno di quei candidati evergreen per il prossimo Mondiale in Brasile, ma l’altro (detta così sembra che si parli di Marotta) sarà tutto dedicato al barese. In campo, di fronte a lui, ci sarà quel Genoa al quale FantAntonio ha già segnato nel 2010, con addosso la maglia blucerchiata. Siamo certi che tutti i palloni passeranno proprio tra i suoi piedi, pronti a dare spettacolo e a portare il Parma ad un risultato positivo. Dopo il Genoa, infatti, i riflettori sul Parma e su Cassano saranno praticamente obbligati, visto il tenore delle sfide che la banda di Donadoni dovrà affrontare: Juventus, Lazio e Roma in trasferta, ed il Napoli al Tardini.

Prima, però, c’è il derby di Cassano, sotto gli occhi di Prandelli. Una cosa è certa: ne vedremo delle belle…

L’Editorialista