D’AVERSA: “È UN PARMA SEMPRE SUL PEZZO? SE VOGLIAMO FARE QUALCOSA QUESTO È L’INGREDIENTE PRINCIPALE” – VIDEO

È soddisfatto, Roberto D’Aversa, e non può essere altrimenti. Il suo Parma ha battuto in maniera convincere il Modena, arrivando a soli tre punti dalla capolista Venezia.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato al termine della gara:

“Eravamo partiti in una certa maniera, dopo abbiamo avuto un problema con Nocciolini, eravamo in vantaggio e quindi siamo passati ad un 3-5-2 con la squadra che nel primo tempo ha continuato ad esprimere un ottimo gioco ed ha fatto un ottimo primo tempo. Se mi aspettavo un Parma così sul pezzo? Devo dire che se vogliamo una differenza tra una squadra che vuole fare qualcosa ed una squadra che vuole fare un campionato normale, dev’essere proprio questa. Siamo andati incontro ad alcune situazioni dove magari si poteva rischiare di sottovalutare questa partita, ma i ragazzi sono stati bravissimi. Non era facile perchè avevamo giocato lunedì ed abbiamo avuto due giorni in meno per preparare la partita. Però quello che mi auguro è che si continui con questo atteggiamento. Credo che oltre alla prestazione di Calaiò c’è stata la grande partita di Baraye come di tutto il resto della squadra. Loro sono i due giocatori con maggiore qualità e si evidenziano di più, ma i giocatori di qualità hanno bisogno dei cosiddetti muratori. Il resto della squadra oggi ha espresso un buon calcio. È chiaro che la vittoria di lunedì sotto l’aspetto mentale ha dato fiducia alla squadra. Questo gruppo ha dei valori, ed aveva bisogno di un po’ di serenità. Nel derby ed oggi ha dimostrato che con lucidità e serenità può fare delle ottime prestazioni. Credo che sul palleggio la squadra si è comportata bene anche quand’eravamo in superiorità numerica. L’abbiamo fatto bene, quello che non mi è piaciuta è la situazione del gol: mi va bene che proviamo a giocare, ma c’è stata una mancanza di comunicazione. Poi per il resto non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi, magari nel primo tempo ci siamo abbassati un po’ troppo, ma verso la fine del primo tempo abbiamo recuperato metri. Nel secondo tempo la squadra ha pensato a gestire la situazione considerando anche il fatto che abbiamo avuto due giorni in meno di recupero. Per cercare di fare risultato bisogna fare un buon calcio. Per cercare di esprimere un buon calcio credo che ci debba essere convinzione e serenità nel cercare di fare delle giocate. Quando si è lucidi e più sereni molto probabilmente c’è un passaggio sbagliato in meno, tecnicamente la squadra si esprime meglio, quindi è tutta una conseguenza. Dobbiamo cercare il risultato attraverso il gioco. La classifica? Sinceramente non l’ho ancora vista. A prescindere dai risultati degli altri dobbiamo pensare solo al nostro cammino. Conta poco ora, conta invece molto il lavoro settimanale e su quello esigo il massimo impegno, cosa che i ragazzi da quando sono arrivato mi stanno dimostrando”.