D’AVERSA: “ARRIVIAMO A QUESTA SFIDA TRANQUILLI E DETERMINATI: MI ASPETTO UNA GARA EQUILIBRATA” – AUDIO

 

Al termine della rifinitura della vigilia, Roberto D’Aversa ha analizzato la sfida di domani contro il Venezia nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio.

Ecco l’audio e la trascrizione delle parole del tecnico crociato:

Venezia-Parma vale la Serie B? No, è una partita importante per entrambe, ma il campionato non finisce domenica. Mi viene in mente quando sono arrivato, lo stato d’animo, l’umore, c’era una situazione quasi drammatica calcisticamente parlando. Poi in un mese e mezzo le cose sono cambiate. Se dovessimo vincere andremmo a pari punti con loro, se le cose dovessero andare male ci sarebbe un ampio margine di vantaggio che però è recuperabile. Noi arriviamo in modo sereno e tranquillo, siamo determinati, i ragazzi sanno l’importanza della partita, ma bisogna affrontarla in modo semplice e sereno e fare quello che abbiamo provato in settimana. Il Venezia è una squadra costruita bene, molto forte, ora sono intervenuti anche sul mercato. È strutturata, ha fisicità, ha qualità importanti. Poi è chiaro che il risultato finale è sempre legato agli episodi. La cosa importante secondo me è l’atteggiamento che la squadra mette in campo. Avremo tanti tifosi al seguito, dev’essere una bella giornata di sport. Lì dove faremo tutto il possibile anche se il Venezia è una buona squadra riusciremo a fare il risultato. I tifosi al seguito? Sull’importanza del nostro pubblico ed il senso di appartenenza ho già parlato spesso, devono essere una forza per noi. Sono tutti convocati, a parte Evacuo. Io studio l’avversario, le lacune, ed imposto il mio modulo sulle caratteristiche dei miei giocatori. Poi nell’arco della partita ci potranno essere dei cambiamenti, ma noi siamo pronti. A prescindere dal sistema di gioco fa la differenza l’atteggiamento. In qualsiasi sistema di gioco si deve dare equilibrio. Non esiste una fase difensiva in cui tutti non partecipino. Cosa temo del Venezia? È una squadra costruita bene, non sono primi a caso, hanno dei valori. È normale che bisogna andare con la spensieratezza di affrontare una squadra forte, ma con la convinzione di mettere in campo tutto quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Non ho ancora deciso la formazione. Evacuo non è convocato? Questa settimana non ha fatto un allenamento con la squadra, quindi non figura tra i convocati. Andrà all’Alessandria? Io non posso pensare a questo, penso solo alla sfida contro il Venezia. La società opererà per cercare di sistemare la mancanza eventuale di Felice Evacuo. Ma stiamo parlando del nulla. Baraye, Nocciolini e Lucarelli sono disponibili, dovremo valutare la loro situazione. Dei rientri ci potrebbero essere, ma dobbiamo valutare un po’ tutto. Ci dev’essere un certo tipo di percorso. Se inizia un mese decisivo? Nel calendario ci sono due partite importantissime, ma credo che sia importante pensare ad un ostacolo alla volta. Quello di domani credo che sia uno di quelli più importanti. Che partita mi aspetto? Penso ad una gara molto equilibrata. Bisogna essere molto bravi nell’essere pronti anche dal punto di vista ambientale, bisognerà essere molto concentrati sulle palle inattive. La voglia e la determinazione saranno fondamentali”.