Daniele Galloppa: “A livello mentale sono apposto. Non mi aspettavo l’arrivo di Cassano, ma il Parma ogni anno cerca di stupire”

Il pre-ritiro di Ostuni è ormai alle battute finali. Daniele Galloppa ai microfoni di Fc Parma Tv parla delle sue condizioni fisiche e dell’arrivo di Cassano.

Ecco le sue parole:

jankoviccompiti“Io sto bene, sto lavorando, anche se mi sono fermato perchè il ginocchio lo richiede. I lavori sulla sabbia fanno bene, soprattutto a me, e al ritiro voglio esserci al 100% per poi stare bene. Psicologicamente sicuramente ho affrontato l’infortunio molto meglio rispetto alla lesione precedente, a livello fisico poi sarà il campo a dirlo, bisogna vedere come reagirò quando si alzeranno i carichi di lavoro. A livello mentale però sono apposto. Non mi aspettavo l’arrivo di Cassano, però meglio così! Io ho vissuto il primo anno di Antonio alla Roma, lui arrivò dopo lo scudetto ed io ero in primavera, e ora ritrovarlo qui porta entusiasmo. Credo che ogni anno con le possibilità che ha il Parma si è cercato di stupire, credo che il Direttore, assieme al Presidente, ha cercato di mettere sempre un “carico” che potesse mettere del “pepe” e soprattutto qualità alla squadra. Antonio arriva in un gruppo solido, consolidato, e può darci quel qualcosa in più. Anche con i nuovi giovani non ci sono problemi, sono ragazzi per bene e quando sei un ragazzo per bene in un gruppo come il nostro ti ambienti facilmente.

Il mio sogno è quello di star bene, credo che sia il sogno di tutti, perchè quando ti infortuni stai male, ti alleni a parte, è sempre dura. Voglio stare bene, poi quello che verrà ce lo prenderemo. Io credo che l’affetto che mi è stato dimostrato è soprattuto dal punto di vista umano, poi le qualità si possono discutere sempre, però credo di essere un ragazzo per bene, sono qui da quattro anni e la gente credo se ne sia accorta. Mi hanno dimostrato tanto affetto soprattutto dopo il secondo infortunio, quindi li ringrazio.”