DALL’ECUADOR UNA SPLENDIDA STORIA DI AMORE CROCIATO: “VOGLIAMO VINCERE IL TITOLO E DEDICARLO AL PARMA”

parma-ecuadorDiego è un professore di educazione fisica in una scuola di Milagro, in Ecuador. Appassionato di calcio, fin dai primi anni ’90 inizia ad apprezzare i colori gialloblù, e quella che inizialmente era una semplice simpatia diventa presto un amore incondizionato. Proprio in Sud America, è risaputo, il Parma ha raccolto consensi non solo per i successi ottenuti sul campo, ma anche grazie alle prodezze dei tanti giocatori argentini, brasiliani e colombiani che hanno vestito la maglia prima gialloblù e poi crociata. Ma torniamo a concentrarci su Diego, perchè la sua è una storia che ci ha colpito moltissimo. Qualche tempo fa viene contattato da una delle maestre della scuola in cui insegna, che gli propone, anche grazie al suggerimento di uno degli alunni, di allenare la squadra che rappresenterà l’istituto in un campionato di calcio. La sua passione per questo sport l’ha spinto fin da subito ad accettare con gioia la proposta, ma mai avrebbe pensato che quella squadra che si apprestava ad allenare avrebbe vestito i colori del Parma.

L’idea – ci ha raccontato Diego – è di una collega che sta aiutando i suoi alunni affinché possano partecipare ad un campionato di calcio. Quando ricevetti la proposta non avrei mai potuto immaginare che la mia squadra avrebbe vestito i colori del Parma. E’ stata una sorpresa organizzata dalla mia collega. Appena si presentarono parma-ecuador2davanti a me con quelle maglie ho fatto fatica a trattenere le lacrime, ma accettai definitivamente di diventare il loro stratega. I giocatori che allenano sanno quello che il Parma significa per me, e gli ho parlato dei successi che i crociati hanno conquistato negli ultimi anni della loro storia. Sono davvero molto tristi per la situazione che sta vivendo il club, ma ora siamo secondi in classifica, e vogliamo vincere il campionato per dedicare il titolo al Parma. Sono tutti ragazzi umili, si allenano duramente e accettare di allenarli era il minimo che potessi fare, soprattutto per la maglia che indossano. In allenamento cercano di ripetere le gesta dei loro idoli, come Jorquera, Mauri, Belfodil, e apprezzano tantissimo Lucarelli per il suo ruolo e l’amore che ha verso il Parma“.

Una storia, quella di Diego Parraga ed i suoi ragazzi, che incarna perfettamente lo spirito d’aggregazione e le emozioni che solo il calcio può dare, al di là di distanze, lingue o nazionalità. “In questo momento sono davvero molto triste e mi sento impotente, perchè vedo la squadra del mio cuore retrocedere, con il rischio che scompaia, e tutto per colpa della dirigenza precedente. In ogni caso siamo decisi: vogliamo vincere e dedicare il titolo a Lucarelli e compagni“. E noi facciamo il tifo per questa splendida banda di ragazzini che, con addosso delle maglie visibilmente “artigianali”, portano i colori del Parma anche nei campetti della lontana Ecuador, che proprio grazie a loro ora sembra un po’ più vicina. Proprio per questo è impossibile non amarli. In bocca al lupo dunque per il vostro campionato, da oggi siamo sicuri che avrete qualche tifoso in più che seguirà il vostro cammino!