CRAC PARMALAT – Undici ex-giocatori del Parma indagati

Schermata 2013-11-26 alle 11.28.12Crespo, Veron, Asprilla, Chiesa, Thuram, D. Baggio, Stoichckov, Brolin, Minotti e Crippa. Manca il portiere, è vero, ma questi undici giocatori formerebbero una formazione di tutto rispetto ancora oggi. Oltre ad aver fatto parte del fastoso Parma del passato, questi giocatori hanno in comune anche il fatto di far parte di un indagine che ha portato ad una richiesta di rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta. Gli eventuali reati sarebbero stati compiuti tra il 1992 ed il 2003, come riporta la Gazzetta dello Sport. Il pm Paola Dal Monte ha controllato tutti i contratti stipulati dalla Parmalat durante quegli anni, ed è convinta di aver portato alla luce una serie di falsi contratti di sponsorizzazione dei prodotti Parmalat, attraverso i quali sarebbero stati sottratti alle casse societarie più di 11 milioni di dollari, sempre secondo il pm. Per riuscire a pagare gli ingaggi dei giocatori facendo sì che non pesassero troppo nelle casse del club, Calisto Tanzi e Domenico Barili (ex direttore commerciale del Parma Fc) avrebbero creato dei contratti di promozione del brand e dei prodotti Parmalat. La promozione, però, non sarebbe mai avvenuta, o non in modo tale da giustificare le cifre del compenso ricevuto.

A febbraio 2012 c’è stata l’iscrizione nel registro degli indagati dei giocatori in questione, assieme ad ex dirigenti, consiglieri, sindaci e procuratori del club, per un totale di 26 persone coinvolte. Se le richieste saranno accolte si avvierà il processo che stabilirà le responsabilità dei soggetti in questione. A questo eventuale processo non parteciranno Calisto e Stefano Tanzi, che per questo filone di inchiesta hanno già chiesto di patteggiare due mesi da aggiungere alle altre condanne ricevute.