CORIC: “DA ANNI SOGNAVO DI GIOCARE AL TARDINI: È STATA UNA GRANDISSIMA EMOZIONE” – VIDEO

Dopo anni passati a fare la spola tra la Primavera e la prima squadra senza però mai raccogliere una presenza, e la stagione a La Spezia dopo il fallimento, Marjian Coric ha giocato la prima partita in campionato con la maglia del Parma. Anche di questo ha parlato oggi nella sua conferenza stampa.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

L’importante è che sabato sia arrivata la vittoria, è stato un buon lavoro di squadra, sono stati tre punti importanti, ora dobbiamo continuare così. Per tutta la partita abbiamo fatto gioco, abbiamo creato tante occasioni, il loro portiere è stato molto bravo ma alla fine è arrivata la gioia. Se Zommers mi ha chiamato? Non ci siamo primo-allenamento-coricsentiti, ma ha mandato un messaggio a tutti per farci i complimenti per la vittoria. Quel rinvio sbagliato e i fischi del Tardini? Non è stato uno sbaglio, o almeno non lo vedo così. Era una partita importante, c’erano dei punti in palio, non volevo rischiare nulla ed ho preferito buttarla fuori. Poi ognuno reagisce a modo suo, però ho fatto quello che volevo fare, era una palla forte ed il campo era stato bagnato prima dell’inizio, la palla schizzava. Non volevo rischiare nulla. Ma non mi sono fatto condizionare dai fischi. Anni fa ho giocato con la maglia della Primavera del Parma, ma da sempre volevo esordire al Tardini, dietro la Curva, è stata un’emozione incredibile. I nostri tifosi sono splendidi, ho solo complimenti per loro. Anche il corteo prima della gara è stata una cosa che non si vede altrove. Ho sentito mia sorella dopo la partita, poi mio padre che mi segue sempre, da ogni parte. Dove sto migliorando? Si può migliorare in ogni cosa, l’importante è impegnarsi in allenamento, poi i risultati arrivano. Devo migliorare con i piedi – ride – ma quello l’avete visto… Ho saputo quello che è successo a Mirante, non ci ho parlato, ma voglio vederlo al più presto tra i pali: forza Antonio!”