CORAPI: “IL DESTINO È NELLE NOSTRE MANI, E CON 3-4 ELEMENTI DI SPESSORE POTREMMO VINCERE ANCHE IN LEGA PRO” – VIDEO

Ci ha preso gusto, Francesco Corapi, a segnare, come del resto a giocare in quella posizione più avanzata che gli permette non solo di concludere ma anche di inventare. L’ennesima prestazione di spessore del centrocampista crociato si traduce in due reti, che portano il suo bottino a cinque: è già il suo record in carriera prendendo in considerazioni le stagioni regolari che ha disputato (quindi playoff esclusi).

Ecco il video e la trascrizione delle parole di Ciccio Corapi, man of the match secondo ParmaFanzine.it oggi a Bellaria:

Oggi fin troppo facile? No, abbiamo interpretato benissimo la gara, fin da subito siamo stati pericolosi in qualche azione, poi li abbiamo presi subito alti. Il Mister ci aveva detto in settimana di non prendere assolutamente sotto gamba questa partita, perchè comunque poi se non riusciamo a fare gol ci innervosiamo, e rischiamo di buttare alle ortiche quello che abbiamo fatto di buono finora. Con questi due gol il mio è un bilancio importante, è vero, ma ci tenevo a fare qualche dedica che è altrettanto importante, soprattutto per la vittoria: penso che i miei compagni saranno d’accordo nel dedicare la vittoria a Giorgio, Andrea, Michele, Giulio, Raffele, Alessio, Christian, Bruno, Ermes, Cristian, Accursio, Matteo, Gabriele, Giuseppe, tutte le persone dai fisioterapisti ai magazzinieri che fanno il lavoro sporco. Quindi è giusto dedicarlo a loro perchè lavorano dietro le quinte però se noi siamo in questa corapiposizione di classifica è anche grazie a loro. I due gol li dedico a mio figlio e a due carissimi amici, come Salvatore e Francesco. Se per me è il record di reti in una stagione? Un anno ho fatto cinque gol, ma due erano nei playoff, e questo record lo dedico a me stesso, perchè è un periodo in cui tutto sta andando bene anche dal punto di vista personale, e vengo ripagato dei sacrifici che ho fatto nella mia carriera. Mi sento a mio agio in questo “nuovo” ruolo di trequartista, e mi sto anche divertendo. All’inizio dovevo riacquisire i movimenti del ruolo, adesso sono più a mio agio perchè sono tre o quattro partite che ci gioco, e inizio a scambiarmi di posizione con gli altri tre dietro alla punta, cosa che all’inizio magari mi veniva difficile. Fondamentale la gara di domenica? Io avevo chiesto scherzosamente ai miei compagni ad inizio stagione di portarmi alle vacanze di Natale a +10, all’inizio erano titubanti invece ci siamo, l’importante è fare bene domenica. Il destino è nelle nostre mani, perchè abbiamo nove punti sulla seconda e non dobbiamo mollare di un centimetro. Ora magari stiamo acquisendo una mentalità ancora più vincente, sono partite difficili da interpretare, perchè magari si possono prendere sotto gamba, invece stiamo dimostrando che è come se giocassimo contro la seconda, e questo è un fattore molto importante. Longobardi in tribuna? Gli ho detto che mi deve ringraziare, perchè se le cose fossero andate male, facendo una battuta, avrebbero preso due o tre attaccanti, invece così può stare più tranquillo. Noi siamo tranquilli, abbiamo un grande rapporto tra di noi, poi la società farà le sue scelte e deciderà il da farsi. Fare acquisti in ottica futura? Secondo me non ha senso, anche se ovviamente sono scelte che faranno i direttori ed il Presidente, perchè andresti ad intaccare gli equilibri che al momento ci sono tra tutti noi, quindi non credo che faranno delle scelte del genere. Poi soprattutto per come conosco io la Lega Pro sono convinto che con 3-4 elementi di spessore si può continuare a vincere anche il campionato del prossimo anno”.