CORAPI: “VINCIAMO CONTRO IL LENTIGIONE E PASSA LA PAURA…” – VIDEO

Contro il Forlì ha guardato i compagni dalla panchina, ovviamente con la faccia scura di chi non ama essere lasciato fuori, soprattutto se in partite importanti. Senza alcuna polemica però Ciccio Corapi ha lavorato anche questa settimana e si prepara al rientro dal 1′. Proprio lui ha parlato oggi in conferenza stampa.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Se sono pronto a tornare? Si, sono riposato, pronto a tornare. Lo sono sempre stato, ora vediamo cosa deciderà il Mister. Che posizione preferisco in campo? Il mio ruolo è quello di centrocampista centrale, però fortunatamente riesco ad adattarmi a più ruoli, quindi qualsiasi cosa mi dica il Mister la farò volentieri. Il derby contro il Lentigione? A prescindere dal derby è importante per noi stessi, perchè dobbiamo tornare a conquistare i tre punti anche perchè c’è un distacco di 7 punti, quindi non riuscire a vincere anche questa partita farebbe diventare la situazione un po’ problematica. Le difficoltà offensive del Parma? È un periodo in cui ci sta girando male, facciamo un po’ più fatica nel fare gol, però non dev’essere una preoccupazione, anzi, dev’essere un motivo di slancio per ripartire, anche perchè nonostante non stiamo facendo i gol che facevamo prima al massimo pareggiamo le partite, e questo dev’essere un motivo in più per darci la carica giusta. L’AltoVicentino non molla? Dopo la vittoria contro di loro avevo detto che il campionato non era chiuso, anche se voi pensavate il contrario… Questa è la conferma, in una stagione ci sono degli alti e dei bassi, speriamo che adesso possiamo riprendere la marcia che ci ha contraddistinto in tutto il campionato. Il Mister ha detto che sono troppo generoso e spreco energie in più? Ne abbiamo parlato una settimana fa, penso che un allenatore è bravo non solo quando mette una squadra in campo, ma dev’essere comunque uno psicologo, un gestore. Quindi lui nota magari cose che noi non notiamo, il suo compito è anche quello. Avrà notato che in questo periodo non sono stato in formissima ed ha deciso di tenermi fuori. Non sono un trequartista, sono un centrocampista centrale. Ho giocato in quel ruolo perchè eravamo in emergenza, l’ho fatto bene, e se il Mister mi chiede di farlo di nuovo lo faccio volentieri come qualsiasi altro ruolo, ma di partenza il mio ruolo è quello di centrocampista centrale. Dobbiamo stare tranquilli, non farci prendere dalle paure che possono causare danni peggiori. Dobbiamo stare tranquilli, continuare ad allenarci in questo modo e verremo fuori da questa che voi chiamate crisi di risultati”.

baraye-corapi-domandeA questo punto è arrivato Yves Baraye che ha voluto porgere alcune domande a Corapi, e le riportiamo integralmente:

Perchè eri incazzato quando ti hanno messo in panchina domenica?
“Sicuramente ero incazzato, ma trovatemi qualche giocatore che non lo è quando non gioca, vi posso anche offrire una cena se me lo trovate. Rispetto a Baraye diciamo che io questa incazzatura l’ho manifestata in maniera positiva, rispetto alle volte in cui è stato fuori lui…”

Eri come un rapper, con il cappello basso…
“Infatti ho “mascherato” la mia incazzatura”.

Se giochi trequartista rischi di andare in panchina… Torna a centrocampo!
“Va bene, decidi tu…”

Poi è ricominciato la conferenza stampa: L’esterno l’ho fatto anche tempo fa, il ruolo di trequartista rispetto al mio ruolo primario è più o meno simile, mi sposto di dieci, venti metri in avanti. Nel ruolo di esterno devi avere gamba per puntare, saltare l’avversario, fare in alcuni casi tutta la fascia. Scambiarsi spesso di posizione con gli esterni? Se ci alterniamo si può dare un po’ di imprevedibilità in più, magari nell’impostazione dell’azione con tagli dietro le linee, o con il trequartista che si allarga per poi tornare in fase di non possesso nelle posizioni iniziali. Può essere un vantaggio. Quali possono essere le insidie da qui alla fine? Vinciamo contro il Lentigione e passano tutte le paure…