CORAPI: “LO SPOGLIATOIO È UNITO, SIAMO CON APOLLONI E LO DIMOSTREREMO A PORDENONE” – VIDEO

Continua la marcia di avvicinamento del Parma alla sfida di sabato contro il Pordenone, con la necessità di riscattare le prime prestazioni opache e l’harakiri di martedì sera contro il Venezia. Poco prima della seduta odierna ha parlato Ciccio Corapi, che ha fatto il punto della situazione.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Lo schiaffo di martedì deve passare per forza, come le vittorie che vanno messe subito da parte anche le sconfitte devono essere accantonate. Magari a differenza delle vittorie nelle sconfitte dobbiamo soltanto capire perchè si è perso e tentare di analizzarlo per evitare altri errori nelle settimane successive. Fortunatamente il calcio ti dà subito la possibilità di rimediare a distanza di una settimana. Noi dopo tre giorni possiamo già rifarci e tenteremo di farlo assolutamente, anche perchè il corapi-post-veneziaPordenone è sopra di cinque punti e nel caso non dovessimo fare risultato inizierebbe a diventare abbastanza pesante la situazione. Si parla di questo centrocampista che tanti tifosi richiedono, noi dal canto nostro cerchiamo di fare il nostro lavoro, e cerchiamo di dare sempre il massimo. Ora si è fatto male anche Giorgino, e a me dispiace tantissimo perchè stava iniziando a giocare e martedì aveva fatto abbastanza bene fino a quand’è uscito, e dispiace per lui. Però noi siamo a disposizione del Mister, tenteremo di dare il meglio già da sabato. Abbiamo fatto un gran primo tempo, martedì, poi nel secondo tempo ci siamo abbassati inspiegabilmente. Dobbiamo lavorare soprattutto su questo, è come se ci fossimo accontentati dell’1-0, e non siamo più ripartiti. Noi siamo il Parma, non possiamo accontentarci dell’1-0 perchè sono risultati sempre in bilico, soprattutto con una buona squadra come il Venezia. Dobbiamo ripartire dal primo tempo, e tentare di mantenere la prestazione per tutti i 90′. Il Pordenone è sicuramente in salute ed ha tanto entusiasmo, hanno dieci punti, sono primi, è una squadra che lo scorso anno ha fatto benissimo, si sono anche rinforzati, ma noi dal canto nostro dobbiamo fare assolutamente punti, magari andare a vincere per non dico cancellare la partita con il Venezia, ma rimediare in parte a questa brutta sconfitta. Abbiamo fatto degli errori, ne siamo consapevoli, non dobbiamo nasconderci. Siamo noi che andiamo in campo e siamo noi che abbiamo preso dei gol come dei polli negli ultimi minuti. Sono cose che non devono più accadere, dobbiamo stare sul pezzo fino a quando apolloni-santarcangelol’arbitro non fischia la fine. Con Apolloni va benissimo, è tutto tranquillo. Le critiche comunque nel calcio ci stanno, quando non arrivano i risultati si inizia a parlare di spogliatoio spaccato e di squadra contro l’allenatore. Qui non c’è nulla di tutto questo: lo spogliatoio è unito ed è con l’allenatore, e lo dimostreremo già sabato a Pordenone. I secondi tempi? Il calo fisico è un alibi, non dobbiamo nasconderci con queste cose. Siamo partiti a metà luglio ed è impensabile che ci sia un calo fisico a distanza di due mesi e mezzo. Dobbiamo stare più concentrati e stare sul pezzo per tutti i 90′, perchè anche se ci siamo abbassati contro il Venezia non abbiamo rischiato nulla. Dobbiamo cambiare e non avere più l’atteggiamento del secondo tempo, questo è ovvio. Se manca un centrocampista? Io penso ad allenarmi e a lavorare, e a fare quello che il Mister mi richiede. Sicuramente al momento ci sono delle difficoltà oggettive in zona gol, dobbiamo migliorare sotto porta e chiudere prima le partite”.