CORAPI: “IL VENEZIA NON MOLLA, MA NON DOBBIAMO MOLLARE NEANCHE NOI” – VIDEO

È tornato titolare dopo alcune settimane, e come sempre ha messo in campo grande voglia e la grinta che l’ha sempre contraddistinto. Ciccio Corapi ha analizzato al termine dell’incontro la vittoria sulla FeralpiSalò.

Ecco il video e la trascrizione integrale delle parole del centrocampista crociato:

I pro e i contro di questa partita? I pro che abbiamo portato a casa tre punti, che abbiamo saputo soffrire in una situazione difficile, e che abbiamo avuto un buon approccio alla gara trovando subito il gol. I contro è che abbiamo sofferto troppo in tutta la partita, e magari avevamo l’occasione anche di chiuderla, ma poi loro ci hanno messo in difficoltà. Erano molto aggressivi, in più noi oggi non riuscivamo ad avere un buon palleggio, e siamo andati in difficoltà da questo punto di vista perchè eravamo bassi. Il ritorno in campo fa sempre piacere, è da un mese che non gioco. Magari si perdono un po’ di sicurezze a livello di passo, però penso che dal punto di vista atletico ho retto bene e sono contento per me e per i tre punti. Il calore dei tifosi nei miei confronti aiuta e fa piacere, perchè vuol dire che in un anno e mezzo oltre all’aspetto tecnico ho lasciato qualcosa anche sotto l’aspetto umano. Loro lasciano a me ogni partita sempre qualcosa, so che da parte loro c’è tanta stima e tanto rispetto nei miei confronti. Il fatto di trovarmi in panchina dopo un anno e mezzo da protagonista? Sarei ipocrita a dire di no, quando uno è abituato a giocare ritrovarsi in panchina fa sempre male, ma quello che c’è da dire è che in primis viene il Parma e la vittoria del campionato. Corapi viene molto ma molto dopo. Se io gioco un secondo, un minuto o tutta la partita l’importante è che vinca il Parma, poi il resto arriva dopo. Il Venezia non molla, ma non dobbiamo mollare neanche noi. Non potevamo pensare di arrivare alla fine con dieci punti di vantaggio, sarà una sfida fino alla fine del campionato, e speriamo che loro facciano qualche passo falso per poterli superare”.