LA CONTESTAZIONE DEI TIFOSI CROCIATI DOPO LA GARA – FOTO/VIDEO

contestazione-foto.evidenzAl termine della gara, terminata con la sconfitta maturata al 90′ con l’errore di Mirante che ha spianato la strada al gol di Boakie, la cosa che è balzata subito all’occhio è che i giocatori, subito dopo il fischio finale, sono rientrati direttamente negli spogliatoi senza andare a salutare i propri tifosi, forse delusi ed abbattuti per il gol che ha regalato la vittoria agli avversari. A fare da “parafulmine” è stato Luca Bucci, che è andato sotto lo spicchio riservato ai tifosi crociati a sentire le ragioni dei supporter arrivati da Parma. In zona mista, mentre abbiamo appreso che nessun giocatore avrebbe parlato con i giornalisti, abbiamo visto Bucci entrare negli spogliatoi, ed uscire poco dopo con una delegazione di giocatori (Mirante, Felipe, Lucarelli, Galloppa, Lodi, Gobbi, tra gli altri) e dirigersi verso il settore ospiti.

I giocatori sono stati accolti dal coro “Tirate fuori le palle“, e hanno prima ascoltato le ragioni dei tifosi a cavalcioni sulla balaustra, per poi provare a dialogare. La rabbia dei tifosi si è via via trasformata in grinta, da diffondere ai crociati in vista della gara di sabato contro il Sassuolo. “Sabato bisogna vincere, dovete dare l’anima in campo!“. Al termine del concigliabolo strette di mano e un coro di appoggio (“Siamo sempre insieme a voi…“), ma la sensazione è che gli animi si stiano surriscaldando e che quella di sabato, volenti o nolenti, stia diventando una partita decisiva.

contestaza1 contestaza contestaz contestaz2 contestaz1