LONGOBARDI TITOLARE DOPO UN INTERO GIRONE? – PROBABILE UN PARMA “CAMALEONTICO” CONTRO LA VIRTUS

Alla vigilia di Parma-Virtus Castelfranco, andiamo a dare un’occhiata a quello che potrebbe essere la probabile formazione che vedremo in campo al Tardini domani pomeriggio. La sensazione, almeno osservando gli allenamenti durante tutta la settimana, è che Apolloni abbia in mente una squadra camaleontica, in grado di cambiare modulo in corsa senza il bisogno di provvedere ad alcune sostituzioni. Per farlo, se verranno ovviamente confermate le nostre sensazioni, ci sarà bisogno di un esperimento legato ad un giocatore in particolare: Giacomo Ricci.

IL MODULO – Con ogni probabilità anche domani, come domenica scorsa, verrà riproposto il 4-3-1-2 con il cosiddetto rombo a centrocampo.

LA DIFESA – Restano da verificare le condizioni di Messina, che ha avuto un problema in settimana e che dovrebbe aver recuperato. In ogni caso dal 1′ dovrebbe partire Lorenzo Adorni, che in quel caso tornerebbe titolare dal 1′ dopo diversi mesi. Sulla fascia opposta quasi certa la conferma di Agrifogli, mentre Lucarelli e Cacioli, manco a dirlo, comporranno la coppia centrale.

IL CENTROCAMPO – A centrocampo potrebbe esserci la vera sorpresa, e non ci riferiamo alla conferma del rombo: insieme a Giorgino vertice basso e Ciccio Corapi vertice alto, in settimana Apolloni ha provato al fianco di Miglietta anche Ricci. L’esterno, soprattutto giovedì pomeriggio, ha provato nel ruolo di mezz’ala sinistra. Una posizione anomala, che non sappiamo se abbia ricoperto prima in carriera. Da un certo punto di vista, qualora si decidesse di passare in corsa al consueto 4-2-3-1, si sposterebbe sulla fascia destra nei tre dietro all’unica punta.

L’ATTACCO – All’andata Longobardi si fratturò il malleolo peroneale, mentre Guazzo venne espulso. A distanza di un girone intero, Apolloni dovrebbe scegliere di schierare dal primo minuto proprio Longobardi, ormai pronto anche fisicamente a reggere i 90′, con Guazzo ancora in panchina. Al suo fianco il capocannoniere della squadra, Yves Baraye, che nel caso si passasse al 4-2-3-1 potrebbe agire sull’esterno.

virtus-probabile virtus-probabile2