COLY: “ABBIAMO AMPI MARGINI DI MIGLIORAMENTO, SOPPERIREMO ALLE MANCANZE” – VIDEO

I crociati, dopo l’eliminazione di ieri in Coppa Italia, sono scesi in campo questa mattina in vista della sfida di sabato contro il Modena, ovvero l’esordio in campionato. Inizialmente poteva sembrare quasi un allenamento “punitivo”, vista la sconfitta di ieri e l’abituale giorno di riposo che normalmente viene concesso dopo le gare, ma in realtà la seduta era già programmata visto che la prossima gara sarà sabato (e non domenica). Alla ripresa ha parlato “Momo” Coly, che ha analizzato la situazione dopo la sconfitta di ieri.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del difensore crociato:

“L’allenamento di oggi? Il campionato è alle porte, è giusto lavorare visto che sabato inizia l’avventura che tutti stiamo aspettando con trepidazione, quindi siamo qui per lavorare ed essere pronti già per l’inizio del campionato. I gol subiti sulle palle inattive? È una situazione su cui dobbiamo lavorare, manca solo quello. Basta essere solo un po’ più convinti di quello che si fa. A questo punto non deve diventare una paura, o un’ossessione. È solo una situazione da migliorare con il lavoro, e penso che con le coly-post-propiacenzacapacità che abbiamo nelle palle aeree possiamo sopperire a questa mancanza. Dove mi trovo meglio in difesa? Io mi adatto a quelle che sono le soluzioni del Mister. Nella difesa a tre ho sempre detto che sono un centrale perchè ho sempre fatto quello, però mi posso adattare anche ad altri due ruoli. Li posso fare con un piccolo adattamento. La squadra è ancora in fase di costruzione, ci stiamo conoscendo ed abbiamo un ampio margine di miglioramento. Questo ce lo potranno dare le partite che verranno, quando le situazione verranno sempre più automatiche. Durante la settimana cercheremo di incrementare anche il feeling tra di noi, con il tempo avremo sicuramente tanti miglioramenti. A che punto siamo? È difficile dare una percentuale ben precisa, ma penso che abbiamo un ampio margine di miglioramento sia dal punto di vista fisico che da quello tattico ed atletico. Il modulo lo dobbiamo ancora assimilare bene, non si faceva lo scorso anno e noi nuovi non lo stavamo facendo. Piano piano potremo esprimerci al massimo ed essere più incisivi in vista dell’obbiettivo. L’eliminazione? Sotto certi aspetti sono contento che certe situazioni siano emerse ora perchè possiamo utilizzarle per migliorarci in campionato, che è l’obbiettivo primario. Dispiace essere usciti così dalla Coppa Italia, era una vetrina in più per dare spazio a tutta la squadra e dare autostima in più perchè le vittorie danno coraggio e voglia di essere convinti di quello che si vuole raggiungere. Dall’altra parte sono emerse le situazioni in cui dobbiamo migliorare, ed ora abbiamo il tempo per farlo. La difesa a zona nei calci piazzati a volte ti toglie un po’ di responsabilità, perchè pro-piacenza-evidenzaa volte uno occupa la propria zona e pensa solo a quello. La zona a volte va interpretata, è giusto tenere la propria posizione ma alla fine quello che fa gol è l’uomo, non la palla che da sola va in porta. Il miglioramento che dobbiamo fare è nello stare attenti alle incursioni degli avversari davanti alla nostra posizione, evitando di fargli prendere la palla in modo facile. Sicuramente la marcatura a uomo è un uno contro uno, ed il difensore è più facilitato nel seguire il proprio avversario, senza scarichi di responsabilità. La zona fatta bene può essere utili e difficile da penetrare. In questo momento ci stiamo facendo penetrare troppo facilmente. Come mi sono trovato con Giorgino in difesa? Non abbiamo corso pericoli, non abbiamo concesso occasioni e abbiamo interpretato bene la gara. Ovvio, c’è un passo ancora da fare, ulteriore, per meccanizzare tutti gli schemi. Però mi sono trovato bene con lui come con altri compagni, lavoriamo bene in settimana e sappiamo quello che dobbiamo fare. Non ho preferenze in quel senso, Giorgino si è adattato in quel ruolo e penso che l’abbia fatto molto bene, come Benassi ed altri che si sono trovati a farlo”.