QUI COLLECCHIO – DOPO LA DIFESA, ECCO IL CENTROCAMPO A QUATTRO: SCAVONE ESTERNO SINISTRO?

“È una difesa a tre con Garufo al fianco di Canini e Lucarelli, e con Nocciolini e Nunzella sulle fasce a centrocampo. No, aspetta, è una difesa a quattro: allora è un 4-3-3. No, Nocciolini è troppo largo, è un 4-4-2… Ma allora chi fa l’esterno sinistro?”. Questi i pensieri a voce alta scambiati oggi con gli addetti ai lavori durante la partitella in famiglia disputatasi a Collecchio. Alla fine, tirando le somme, Apolloni ha provato davvero il 4-4-2 con Garufo e Nunzella terzini e la coppia di centrali difensivi formata da Lucarelli e Canini.

C’era però grande curiosità per il centrocampo. Nocciolini, come nel 3-5-2 visto contro Venezia ed Albinoleffe, pare che vada verso la conferma verso il ruolo di
442-centrocampoesterno destro. Questa volta però potrà ricevere anche maggiore copertura da Garufo, sistemato oggi esattamente alle sue spalle. Al centro c’erano Giorgino e Corapi, ormai quasi insostituibili. L’altro insostituibile, in netta crescita e fin qui sempre considerato inamovibile da Apolloni, è Manuel “Batman” Scavone. È lui che per buona parte della partitella ha occupato il ruolo di esterno sinistro. Potrebbe essere questa la mossa di Apolloni per completare il pacchetto di centrocampo: Melandri anche oggi si è dimostrato in forma, ma è possibile che l’inserimento del centrocampista proveniente dalla Pro Vercelli riesca a dare, nelle idee del tecnico, maggiore equilibrio in fase di copertura, dando a Nocciolini dalla parte opposta la licenza di spingere.

Ovviamente sono tanti a scalpitare: da Melandri a Baraye, da Benassi a Saporetti, ma la sensazione lasciata dalla partitella del mercoledì è quella che vi abbiamo appena tracciato. Non è detto che queste saranno le scelte definitive in vista di sabato, ma l’indicazione, almeno per il momento, è questa: sabato scopriremo il verdetto…