COLLECCHIO CONTINUA A PERDERE PEZZI – DA DOMANI SENZA COMPUTER E STAMPANTI?

centro-sportivo-ingressoNon ci vogliamo mettere nei panni dei custodi del Centro Sportivo di Collecchio, anche se ultimamente stiamo trascorrendo davanti al cancello d’ingresso il loro stesso numero di ore. Ogni mattina, infatti, c’è sempre qualcuno che bussa alla porta per portare via del materiale. Dopo le due visite degli ufficiali giudiziari, a breve dovrebbe toccare all’azienda piacentina che si occupa di fornire al Parma computer e stampanti. Dopo diversi mesi senza percepire i soldi pattuiti, l’azienda si dovrebbe presentare domani a Collecchio per riprendere tutto il materiale informatico dato in dotazione alla società crociata. Che la situazione sia sempre più complicata all’interno della sede crociata è ormai palese. E per i dipendenti diventa sempre più difficile svolgere il proprio lavoro (alcuni di loro avrebbero lasciato il Centro Sportivo pochi minuti fa decisamente abbattuti). Tutti vogliono comunque proseguire per la passione e l’affetto che nutrono nei confronti del Parma, ma lo sconforto è palpabile.

Gli ufficiali giudiziari, nel frattempo, avrebbero fatto visita al Tardini, come riportato dalla Gazzetta di Parma: “Non c’è stato nessun pignoramento ma hanno effettuato alcune valutazioni sui beni dello stadio. Poco prima, l’Erreà ha portato via le sue cose dal Parma store all’interno dello stadio: infatti la società aveva incaricato l’azienda di gestire il negozio, ma senza una documentazione ufficiale”.