Caso Marques, Leonardi risponde: “Il Parma si tutelerà nelle sedi opportune. Manterremo il riserbo sulla vicenda, nel rispetto del procedimento in corso”

Ieri pomeriggio, attraverso il proprio profilo Twitter, Nando Marques aveva lanciato accuse pesanti e decise contro il Parma, riferendosi a Paini (Segr. Generale) e a Leonardi. Secondo lo spagnolo (che ha scelto una modalità e una tempistica onestamente discutibile per far sentire la sua voce), la sua firma sul contratto di rescissione sarebbe stata falsificata. In risposta a queste accuse, come si legge sul sito calcionews24.com, è arrivata la replica di Pietro Leonardi.

Schermata 2013-08-21 alle 12.08.28L’Ad crociato, seccato per la querelle, ha deciso comunque di mantenere la calma e di non rispondere per le rime al giocatore: “In merito a quanto rilasciato in data odierna (ieri, n.d.r.) dal signor Fernando Marques attraverso il proprio profilo Twitter, nonostante lo sconcerto e l’incredulità provate davanti alle dichiarazioni di cui lo stesso Marques dovrà assumersi ogni responsabilità, il Parma si riserva la tutela nella sedi più opportune ma, nel rispetto del procedimento avanti al Tnas tuttora in corso, manterrà la linea del totale riserbo sulla vicenda fino alla chiusura definitiva di tale procedimento“.