CAOS CESENA – LUGARESI: “IO INDAGATO? È UN ATTO DOVUTO” – MANCINI: “SONO PIENAMENTE FIDUCIOSO”

In seguito alla notizia rilanciata questa mattina dalle agenzie, secondo la quale Lugaresi (Presidente del Cesena) e Mancini (Presidente del San Marino ed ex Dg del Cesena) sono due tra gli altri iscritti al registro degli indagati per una presunta frode fiscale di 11 milioni, arrivano anche le prime reazioni dei protagonisti.

Queste le parole di Lugaresi, rilasciate all’Ansa:Sono stato io a presentare l’esposto in Procura, la mia iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto perché nel 2013 ho dovuto firmare il bilancio. Io con questi delinquenti che hanno preso i soldi non c’entro nulla. Io sono intervenuto per far vivere questa società e mi fa male essere affiancato a queste persone.

lugaresi-manciniQueste invece le parole di Mancini, al microfono di San Marino Rtv: Premetto che io non so nulla, nessuno mi ha comunicato nulla. È stata un’indagine che è durata un anno e mezzo, sicuramente se verrò chiamato a dimostrare la correttezza del mio operato, nell’interesse del Cesena, squadra dove ho lavorato, sono anche ben contento di dimostrare la mia posizione, ovviamente contestualizzata: era un ruolo molto particolare, ho sempre rivestito più cariche anche operative. Sono cose pesanti, ho letto che han parlato anche del contratto di Nagatomo, ma quello che posso dire è quello che leggo sui giornali. Ognuno si assumerà le proprie responsabilità, io sono pienamente fiducioso. Quando sarò chiamato a farlo chiarirò la mia posizione”.

(La foto di Lugaresi è del sito IlRestoDelCarlino.it, quella di Mancini è del sito TuttoMercatoWeb.com)