Calciomercato di gennaio: un mese di “MioCugginate”?

IL CALCIOMERCATO

Premessa, questo pezzo non vuole essere un attacco verso la categoria dei giornalisti o, ancora meglio, degli esperti, che si occupano di calciomercato, bensì vuole essere un piccolo consiglio rivolto alla comunità crociata. Il calciomercato è un qualcosa in continuo divenire, una materia per sua natura fluida e in continuo cambiamento. Archiviata la questione Cassano (il dato è che rimane, ognuno è libero di giudicare il modo in cui è rimasto), ora il Parma deve affrontare un mese di calciomercato molto delicato, in cui la paura del tifoso medio è quella della dismissione dei gioielli di famiglia. Potremmo discutere su quale potrebbe essere la strategia del Parma: prevarrà la ragion di stato per cui si deve cedere per necessità? Quando Leonardi afferma che la plusvalenza importante è già stata fatta con Beldodil dice il vero? Fare ipotesi è un bel gioco giornalistico e dialettico ma la vera strategia della società di Ghirardi potrà essere commentata solo alla fine di questa sessione di mercato. Personalmente non voglio lanciarmi in una previsione, per un motivo molto semplice: non ho un dato preciso, oggettivo che mi dimostri se il Parma abbia o meno bisogno immediato di liquidi, di fare cassa. Per ora, meglio essere prudenti e rimanere alla finestra, osservando magari quello che succede sui media nazionali, come i quotidiani sportivi o ciò che viene veicolato da Sky e Mediaset, senza dimenticare la miriade di siti web specializzati. Basta, appunto, affacciarsi al panorama delle notizie di calciomercato per accorgersi con i propri occhi che, letteralmente, viene scritto tutto e il contrario di tutto.

FILTRARE LE NOTIZIE

Prendiamo il caso di Marco Parolo, uno dei calciatori più chiacchierati della rosa del Parma. Pare che l’interesse (ecco, vedete, pare) per il centrocampista di Gallarate sia da parte di Roma e Milan. Questo probabilmente è l’unico dato a cui dobbiamo fermarci. Se andiamo a prendere in analisi quello che ci propone Google nella sezione notizie, se ascoltiamo Sky e Mediaset, se leggiamo i giornali sportivi, ci accorgiamo che ogni giorno, ogni ora, la situazione sembra essere diversa, cambiata, ribaltata. Prima si parla di prestito, ma Leonardi smentisce. Prima si parla di cifre intorno a 2.5 milioni di euro, ma per il Parma è una cifra impresentabile. Un giorno la chiave è Romagnoli, quello successivo è Caprari. Per non parlare del fatto che, l’affaire Parolo, sarebbe anche vincolato alla cessione da parte del Cagliari di Nainggolan che, guarda un po’, interessa proprio a Roma e Milan. Perché tutto questo? Semplicemente perché fonti, voci di corridoio, contatti e intepretazioni da parte dei media possono anche essere radicalmente opposte tra testata e testata. Senza poi parlare delle imbeccate di procuratori, agenti e dirigenti che immettono volutamente nel tritacarne mediatico ciò che in quel momento può fare comodo. Per pietà non ci metteremo ad analizzare il caso di Biabiany, perché a leggere a ad ascoltare le trattive che lo riguardarebbero, dovrebbe essere un giocatore della Juventus dal 1925.

IL PARMA E IL MERCATO DI GENNAIO

Leggerezza e serenità, questo è il consiglio. Il calciomercato non deve essere una ossessione per il tifoso: fasciamoci la testa dopo averla rotta, stappiamo lo champagne dopo le firme ufficiali e mai prime di quelle. Purtroppo (o per fortuna) siamo nel’era dei social e del 2.0 e basta davvero che l’ultimo dei blogger senta dal cuggino una voce che subito c’è il web a fare da grancassa. Il calciomercato è un periodo divertente (non per tutti, ci sono giornalisti e tifosi che lo detestano proprio perché la maggior parte delle non-tizie sono, appunto, MioCugginate) ma non deve diventare ansiogeno e intasare penne, tastiere, cellulari e stampanti di stupidaggini da dare in pasto alle persone. Cercate di selezionare le notizie, filtrarle, dare un peso alla fonte ed evitate di dare credibilità a notiziole senza senso alcuno. Ma d’altronde, a cosa serve ParmaFanzine.it a gennaio se non sorridere con voi delle MioCugginate?

Concludiamo con una delle nostre classiche top ten.

LE 10 MIOCUGGINATE TIPO CHE SI LEGGONO IN GIRO

1) “Clamoroso: il fratello acquisito di Parolo ai microfoni di kebabpertutti.com lancia la volata per il trasferimento del centrocampista del Parma al Milan”

2) “Sansone shock: da ragazzino avevo una maglia del Foggia. Pista pugliese per lui?

3) “Un tweet del 2009 della moglie di Cassano che nessuno ha mai letto rivela una possibile pista araba per il genio di Bari

4) “Agente Fifa Claudio Navarro Tabarez: il menù di Natale in casa Paletta è un chiaro segnale del suo addio al Parma

5) “Gianni Munari: adoro il baseball. Cambio di sport per lui? L’opinione di uno sconosciuto in esclusiva per voi

6) “Leonardi guarderà il posticipo della premier in una nota osteria romana: futuro in Inghilterra? futuro a Roma? o stava semplicemente mangiando?

7) “Okaka: voglio chiudere la carriera a Parma. Ma di quale carriera parla? E’ un chiaro segnale di un suo addio imminente

8) “Parolo alla Roma: la chiave sembra poter essere, forse, probabilmente, ma non si sa del tutto, quasi quasi, il giovane prospetto Gavino Siniscalchi tramite una complessa operazione che vedrebbe Paletta tagliarsi finalmente i capelli

9) “Giovinco torna al Parma perché sono due giorni che nessuno legge il mio sito. Ops, forse non dovevo scriverlo

10) “Intrigo Parma: se e quando Parolo verrà ceduto è possibile, ma anche no, che venga comprato un sostituo. Quindi torna Paolo Cannavaro