CALAIO’: “SE L’ATTEGGIAMENTO È QUESTO VUOL DIRE CHE CI SIAMO CALATI FINALMENTE NELLA CATEGORIA” – VIDEO

Non è la prima volta, ma questa sera Emanuele Calaiò torna a casa con la palma di migliore in campo. L’autore del primo gol dei crociati ha poi commentato l’incontro in sala stampa.

Ecco il video e la trascrizione delle parole dell’arciere:

Come sto? Fortunatamente sto bene, perchè quando lui è entrato in scivolata sono riuscito a saltare alla fine, mi ha fatto solo una contusione. Però sinceramente ho rischiato grosso perchè se non fossi saltato in tempo mi avrebbe preso la caviglia e me l’avrebbe spezzata. Fortunatamente è andata bene. La classifica? Sinceramente un’occhiata l’abbiamo data vedendo anche i risultati. Prima di iniziare avevamo saputo che il Venezia aveva perso, è la dimostrazione di quanto è tosto questo girone e dell’equilibrio che c’è. Noi pensiamo però a noi stessi, e penso che se continuiamo ad avere questo atteggiamento ci possiamo togliere delle grandi soddisfazioni, anche se c’è sempre la paura dietro l’angolo che qualcuno possa imborghesirsi e rovinare tutto quello che abbiamo fatto fino a questo momento. Se sto prendendo in mano la squadra? Come ho sempre detto per me non è fondamentale il gol. Gioco per la squadra come ho sempre fatto, a Reggio Emilia ero più felice per i miei compagni che hanno fatto gol e per la vittoria che altro. La testimonianza è che ho lasciato il rigore a Corapi che voleva sbloccarsi, per me non è mai stato un problema il gol. Oggi penso che oltre al gol ho fatto una buona partita, contribuendo ad entrambi gli altri due gol ed avendo fatto una buona gara. L’assist a Giorgino che ha segnato il secondo gol in due gare? Gli ho detto di non approfittarsene troppo, perchè non capita tutti i giorni… L’intesa con Baraye? Va bene, ma come andrebbe bene con tutti quando questa squadra gioca con quest’atteggiamento e con questa serenità. Nelle prime partite siamo passati dai mugugni agli olè degli ultimi dieci minuti di oggi. Quindi questo sta a testimoniare che la squadra è più serena mentalmente. Questo è fondamentale. Ho giocato con Evacuo, Baraye, Guazzo, ho giocato con tutti. Non si vedevano delle grandi cose, perchè c’era un blocco mentale di squadra. Ora che la squadra è più serena le giocate vengono con più facilità. Tutti sono importanti, ma la prima cosa che conta è l’atteggiamento. Se l’atteggiamento è questo ci siamo calati nella categoria. Si vede tanta ignoranza, ma questa è la categoria e bisogna giocare così. Il miglior Calaiò della stagione? Forse sì, forse è stata la mia miglior partita anche se mi sono piaciuto molto anche nel derby. D’Aversa? Ha compattato la squadra, prepara la partita nei minimi dettagli, ha dato una quadratura alla squadra che ora gioca in 35 metri tutta compatta, mentre prima ci sfilacciavamo parecchio. Ora c’è una buona quadratura perchè si preparano benissimo le partite. Se noi giocatori continueremo ad ascoltarlo ci toglieremo delle grandi soddisfazioni”.