CACIOLI: “CAMPIONATO GIA’ FINITO? NO, CI SARANNO MOMENTI DIFFICILI” – VIDEO

La difesa guidata da lui e dal Capitano crociato ha subito un solo gol in quattro partite. Luca Cacioli, uno dei trascinatori di quest’inizio perfetto del Parma, ha fatto il punto della situazione prima dell’allenamento odierno.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del difensore crociato:

“Non vincere questo campionato sarebbe un peccato, veramente grande. Siamo partiti bene, la preoccupazione principale era la partenza, speriamo di continuare così. Se la tanta concorrenza all’interno del gruppo è il segreto di quest’ottimo inizio? Sicuramente, soprattutto in attacco c’è una grandissima competizione, se poi è positiva e tutti si mettono con la testa giusta credo che sia importante. Zommers e l’ottima difesa finora? Da quando è arrivato i miglioramenti che ha fatto sono incredibili, credo che deve dire grazie a Mister Fulgoni che sta facendo un lavoro strepitoso. Ma a parte la difesa credo che ormai nel calcio ci sia una fase difensiva e una fase offensiva, con tutta la squadra che ci sta dando una mano dietro, e subiamo poco. Poi quelle volte che subiamo Zommers fa la paratona, quindi va bene così…
cacioliCredo che stiamo crescendo anche fisicamente, non siamo ancora al top della forma, abbiamo avuto anche qualche giocatore che è arrivato dopo, qualche infortunio, ma credo che non siamo tutti al 100%
. La mia intesa con Lucarelli? Diciamo che le cose stanno andando per il verso giusto. Giocare con Ale per me è una cosa incredibile, lo vedevo in tv… Cerco anche se ormai sono vecchietto di vedere un po’ come si muove lui e di apprendere il più possibile”.

Se il vero pericolo è pensare di aver già vinto? Ho letto, ho visto che credono tutti che il campionato sia finito, ma io invece sono convinto che ci saranno momenti difficili, nell’arco di un campionato ci sta che una squadra abbia un momento di difficoltà, che può essere fisica o di altre cose. Quindi credo che dobbiamo stare sul pezzo, domenica abbiamo una partitaccia, l’anno scorso ho perso 3-1 a Mezzolara, è un campo stretto, difficile, ora non ho visto la rosa del Mezzolara, ma sarà una partita molto difficile. Sono andato a vedere Carpi-Napoli: contro squadre che si chiudono è difficile vincere le partite, non è stato un caso che noi contro l’AltoVicentino abbiamo fatto la miglior partita dall’inizio del campionato, visto che loro ci davano spazio. A Mezzolara troveremo una squadra che si chiude e sarà difficile fare gol”.

Lo spogliatoio è molto in armonia, non c’è stato bisogno di dire nulla. Tutti sanno come comportarsi, e per tutti è un’opportunità incredibile, soprattutto per i giovani: iniziare a giocare a Parma credo che sia un’opportunità importante, per fare una scalata importante. Io un leader? Non lo so, io cerco di dare il mio caciolicontributo, ci tengo, quando perdo le partitelle il martedì vado a casa che sto male. Anche per me è un’occasione importante, a prescindere dai discorsi legati al futuro. Per me conta ora, quello che succederà il prossimo anno sinceramente non mi interessa. L’obbiettivo di tutti è di portare il Parma nel professionismo, il resto non conta. AltoVicentino la concorrente principale? L’avversaria più complicata per il Parma credo sia il Parma stesso. Se entriamo in campo come abbiamo fatto in queste quattro partite, con quella forma di agonismo, con quella voglia di aiutarsi l’uno con l’altro, credo che il campionato non sia già finito, ma è normale che abbiamo delle qualità superiori agli altri. Guazzo? Abbiamo preso un giocatore importante per questa categoria, come gli altri attaccanti che abbiamo, sicuramente è un attaccante che ha delle qualità diverse, gioca in modo diverso dalle altre punte che abbiamo, poi sono scelte della società e del Mister, quindi se l’hanno preso vuol dire che secondo loro mancava qualcosa oppure che serviva un attaccante con quelle caratteristiche. Lui è un giocatore che ha sempre fatto gol, importantissimo per la categoria, è un acquisto importante“.