CACIOLI: “A SAN MARINO DICONO CHE ABBIAMO PAURA DI LORO. VEDREMO…” – VIDEO

Ha dovuto osservare i compagni dalla tribuna, vista la squalifica, ma è pronto a tornare in mezzo alla difesa con Lucarelli. Luca Cacioli ha analizzato oggi l’ultima gara vista dagli spalti e le prossime, importantissime, tre partite.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del difensore crociato:

È stato difficile restare fuori dopo la partita di domenica un po’ amara, sotto vari aspetti. Il primo l’infortunio di Longobardi, che oltre ad essere un compagno è un amico, lo conoscevo già prima di quest’anno a Parma, ed è stata una bella mazzata. E poi per tutto quello che è successo durante la gara, meritavamo di vincere, ma ci sta. Qualche ammonizione di troppo, però credo che Benassi abbia fatto una grande partita, non abbiamo rischiato niente, e sono stati tre punti importanti. Ora abbiamo tre partite sulla carta difficili, ora pensiamo a quella di domenica. Se ho voltato pagina dopo la partita contro la Virtus? Si, anche se un po’ di rammarico per quello che è successo c’è. Come vedo le prossime tre gare? Credo che siano difficili come tutte, abbiamo pareggiato con il Castelfranco che non è nè l’Imolese, nè il Delta Rovigo, nè il San Marino. Domenica affronteremo la squadra che forse è più pericolosa, arriva da un periodo non positivo ed avrà voglia sicuramente di portarci via dei punti. Le polemiche sulla partita contro il San Marino? Non sono stato molto cacioli-parmadietro a queste cose legate allo stadio, noi facciamo i giocatori ed è giusto pensare al campo. Personalmente mi fa piacere giocare di domenica, per i tifosi, perchè ho solo sentito ora le ultime dichiarazioni: dicono che in Lega Pro giocano di lunedì e di venerdì… Vabbè, noi siamo in Serie D, non in Lega Pro, quindi giochiamo di domenica, giusto? Se le parole del Presidente del San Marino ci caricano? Io sono già carico di mio, certo è che ha detto che abbiamo paura di loro, vedremo… Credo che stiamo facendo benissimo, stiamo viaggiando ad una media altissima di punti, se continuiamo così sono 96, ho fatto i conti, quindi sono 96-97 punti. Una cosa non straordinaria ma molto importante, come del resto stanno tenendo una buona media anche quelle più sotto. È normale, sarebbe bello vincere tutte queste tre partite, però pensiamo a quella di domenica, sarebbe importante vincere per staccare ancora di più la terza in classifica, però prendiamone una per volta e cerchiamo di non far vincere gli altri. L’atteggiamento del Parma domenica? L’ho vista meglio perchè da fuori si vede meglio, il Legnago non ha fatto grandissime barricate, siamo partiti subito forte, si vedeva dall’atteggiamento nelle prime palle, siamo entrati in campo con la voglia di far bene come tutte le domeniche. È inutile nasconderlo, il Tardini agevola. Il campo di Carpi, dopo che si è allenato tutta la settimana il Carpi, non poteva essere un campo in buonissime condizioni. Credo che quando gli altri non fanno le super barricate la qualità viene fuori, e giocando al Tardini ancora di più. Il San Marino? Secondo me se la giocherà perchè ha costruito una squadra per arrivare in alto, quindi è giusto che si giochi la partita come ha fatto l’AltoVicentino, come farà l’Imolese e le altre. Se ho parlato con Pera ultimamente? L’ho sentito un mese e mezzo fa, era in un momento un po’ particolare, ha avuto un problema al ginocchio, non stava segnando, ora si è ripreso anche troppo bene, speriamo si fermi… È un amico, un giocatore che stimo, e credo che abbia nelle corde i suoi 20-25 gol a stagione“.