Bomber Matteini smentisce: “Tante falsità sulla mia avventura in Brunei. Vado in Romania”

Bomber Matteini ed il Brunei, una storia ricca di retroscena ma, a quanto pare, anche di inesattezze. Ed è lo stesso Matteini a confermare che sulla sua esperienza mancata nel Sud-Est Asiatico sono state riportate cose che non c’entrano assolutamente con la realtà. A registrare la smentita dell’ex-crociato è Daniele Longo che ha contattato il giocatore per il portale CalcioNews24 . Doveroso, quindi, riportare anche quest’intervista, dopo aver pubblicato ieri le dichiarazioni rilasciate a Il Tirreno che lo stesso Matteini ha voluto smentire.

matteinicalcionewsEcco le sue parole, pubblicate da CalcioNews24:

Io insoddisfatto della vita extra-calcistica del Brunei? Si sono dette tante falsità, ho avuto delle difficoltà ambientali. Mi riferisco al cibo e al clima, c’è il 100% di umidità. Non era facile vivere. Sono cose che hanno scritto i giornali. Certo, se ci fosse stato anche quello sarebbe stato meglio. Ora vado in Romania, firmerò con il Concordia Chiajna, squadra della Serie A rumena. La mia partecipazione a “Uomini e Donne”? L’ho presa così, volevo ingannare il tempo. Ero senza squadra, e mi volevo divertire un po’, ma non avevo pensato di smettere di giocare.”

Già il 16 gennaio Matteini aveva parlato dei motivi che lo avevano spinto a rinunciare all’avventura in Brunei. In quell’occasione ad interpellarlo era stato il portale QuiLivorno.it, al quale l’interessato aveva dichiarato:

quilivornoI primi giorni sono stati molto positivi. Mi sono allenato con la squadra in una struttura meravigliosa. Lo stadio è di 25 mila posti e dispone di tutto, un vero e proprio gioiello. Tuttavia dopo mi sono reso conto di come sia difficile vivere qui. Praticamente nessuno parla inglese, devi adattarti a tutto, anche al cibo. Per un occidentale non è affatto facile venir a vivere qua. Il Brunei è un piccolo stato dove non c’è un vero e proprio capoluogo di provincia e ogni spostamento va effettuato in macchina. Non è facile a 32 anni dover ripartire completamente da zero. Ormai sono convinto. Con quello che ho detto prima non voglio assolutamente offendere i musulmani, anzi. Loro sono gente gentile e molto molto accogliente, ma purtroppo mi risulta difficile vedermi qui per molto tempo. Sul mio conto sono state scritte tante cose. Le discoteche? Alla gente faccio credere quello che in realtà vuole. Io e Simone (Quintieri) sappiamo benissimo perché non possiamo restare qua. Certe esperienze vanno vissute e chi non le vive non si deve permettere di giudicare. Il motivo per cui lascio è valido e non è semplice come molti potrebbero pensare. Non ho mai sputato sui soldi e mai lo farò. Pensate veramente che se ci fossero stati i presupposti non sarei rimasto?”

Non ci resta che augurare al buon Matteini buona fortuna per l’esperienza in Romania con il Concordia Chiajna. Vai Bomber!