BIGLIETTI ESAURITI, È CAOS – I TIFOSI SUL WEB: “E SE CI PRESENTIAMO IN 500 SENZA BIGLIETTO? CHE SUCCEDE?”

Continua a tenere banco la polemica circa la scarsa quantità (rispetto alla richiesta) di biglietti disponibili per i tifosi crociati per la gara contro l’AltoVicentino di domenica. Il numero decisamente troppo esiguo di biglietti a disposizione ha mandato in corto tutto il circuito: in biglietteria sono finiti i tickets in soli 8 minuti, e sono già stati prenotati anche i pochi che altovicentinoarriveranno domani, mentre presso la sede del Centro di Coordinamento la gente si è messa in coda prima dell’apertura prevista alle 16 senza però portare a casa nulla, visto che i pochi tickets a disposizione erano già stati prenotati da alcuni Parma Club. “Se l’avessi saputo prima mi sarei rivolto ai Parma Club che li avevano prenotati in anticipo senza fare la fila per niente…” ci ha scritto un tifoso qualche minuto fa. Una situazione che ha scatenato il malumore di molti. Tutto comunque nasce dall’esigua disponibilità di tickets: non sono un problema i pullman a disposizione (ce ne sono a volontà), ma il vero problema è che con soli 800 tickets a disposizione sono circa 1.000 i tifosi che sono rimasti a mani vuote.

A questo proposito la società crociata ha comunicato che “ha richiesto alla società calcistica veneta di valutare, in accordo con le autorità competenti, l’invio a Parma di un ulteriore quantitativo massimo di tagliandi disponibili, al fine di evitare che numerosi sostenitori crociati, nel giorno della gara, si mettano in viaggio e giungano a Valdagno sprovvisti di titolo di ingresso, con tutte le problematiche conseguenti”. La decisione, però, spetterebbe alla Questura e non alla società vicentina, che di fatto avrebbe potuto aumentare (e di molto) il proprio incasso con una disponibilità maggiore di tagliandi.

Ed è proprio questo il punto. Sul web è infatti scoppiato il malumore dei supporters crociati. In tanti stanno paventando la possibilità di andare comunque a Valdagno senza biglietto: lenti-tifosi-particolareVoglio vedere se lasciano fuori centinaia di persone senza biglietto. Da un lato, a mantenerci tutti tranquilli, c’è l’estrema civiltà della tifoseria crociata, che si è sempre contraddistinta proprio per l’educazione e il rispetto delle regole. A volte però sono proprio le fantomatiche “regole” a spingere all’esasperazione anche i tifosi più tranquilli, che magari hanno saltato qualche trasferta in passato, “preservandosi” per questa che di fatto è quella più importante. La domanda che si fanno tutti è molto semplice: possibile che non ci siano altri biglietti a disposizione? E soprattutto: quella tribuna da 3mila posti che viene dichiarata non agibile, che in passato ha ospitato più di mille tifosi padovani, è proprio “irrecuperabile”? Non sarebbe forse meglio trovare un escamotage (in sicurezza, sia chiaro) che possa accontentare tutti?