BENASSI: “AVEVO ALTRE RICHIESTE MA HO ASPETTATO IL PARMA. SONO QUI PER GIOCARMI LE MIE CARTE” – VIDEO

Ha atteso tutta l’estate di poter vestire la maglia crociata, e alla fine ce l’ha fatta. Maikol Benassi, una carriera intera (anche se ha solo 25 anni) tra i campi della Lega Pro, entra a far parte del pacchetto arretrato a disposizione di Mister Apolloni.

Ecco il video e la trascrizione integrale delle sue parole:

“Da quando è iniziata la trattativa? Con il direttore, essendo stato a San Marino, siamo stati a stretto contatto durante tutta l’estate. Poi io ero di proprietà della Carrarese, ho aspettato il momento giusto, avevo altre richieste ma stavo aspettando per far parte di questo progetto molto bello. Ora sono arrivato qui e sono contento. Con quali motivazioni scendo di categoria? Le motivazioni sono tante, perchè questa struttura e questa società non hanno nulla a che vedere con tante benassirealtà che ci sono in Lega Pro e anche più su. Il progetto è bello, da affrontare seriamente, e dovremo dare il 100% perchè non è mai facile vincere, ma ce la metteremo tutta. Ho 25 anni, sono comunque giovane anche se gioco in Lega Pro da dieci anni… Sono contento perchè anche Lucarelli e Cacioli hanno esperienza, ed è importante sia per i giovani che per me, soprattutto in una piazza importante come Parma c’è sempre da imparare. Se mi hanno scelto perchè sono toscano, vista la presenza di Cacioli, Lucarelli e Ricci? No, io sono stato a San Marino, e Galassi mi ha voluto laggiù ed io arrivavo dopo 5 anni con la maglia della Carrarese. Aspettare in queste settimane è stato difficile e bello, perchè poi con Musetti mi sentivo quasi tutti i giorni, e quando ti raccontano quello che succede ti fa piacere e non vedi l’ora di essere dentro e farne parte. Però l’ho vissuta serenamente, mi sono allenato a Carrara, ho fatto il ritiro e sono contento di essere qui e giocarmi le mie carte. La base della riuscita di questa promozione è che tutti devono dare il 100% per mettere in difficoltà il Mister. Anche l’ultimo che giocherà solo una gara non può permettersi di dare anche solo il 70%. Io farò sempre il massimo, poi il Mister deciderà”.