BENASSI: “SIAMO RIMASTI UNITI ED ABBIAMO LOTTATO, IL GIRONE DI RITORNO È UN ALTRO CAMPIONATO” – VIDEO

Con i problemi fisici che hanno condizionato la sua prima parte della stagione ormai alle spalle, Maikol Benassi sta ora iniziando ad avere una certa continuità anche sul campo. Rispetto ad altre gare in cui era rimasto maggiormente bloccato in difesa, oggi si è anche spinto in attacco in alcune occasioni, quando il Parma spingeva per raccogliere i tre punti.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del difensore crociato al termine della sfida contro la Ribelle:

Oggi volevamo ritrovare il vantaggio, nonostante l’uomo in meno. Abbiamo provato a fare la nostra partita, sapendo che è dura anche per l’uomo in meno, un campo che non era nelle condizioni abituali per via della pioggia, ma ce l’abbiamo messa tutta per cercare di portare a casa il risultato. Non sono arrivati i tre punti ma ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo cercato fino alla fine di vincerla. Stiamo crescendo anche sotto l’aspetto psicologico, era inutile mettersi contro l’arbitro che ormai aveva già preso una decisione che poteva essere negativa o meno. L’importante è che ci siamo uniti, abbiamo lottato, abbiamo cercato di vincere ma il girone di ritorno è tutto un altro campionato infatti quelle che stanno rincorrendo non stanno volando. Sicuramente domenica è una partita importante ma non è quella che incide. Mancano tante partite, abbiamo nove punti di distacco ed ogni partita è ribelle-evidenzaimportante. Quella di domenica contro il Forlì lo è, come le altre del resto. Se dopo i problemi fisici finalmente sto bene? Si, quando il Mister mi chiama in causa cerco sempre di dare il meglio. Oggi era una gara che ci ha portato anche a spingere anche di più, perchè la voglia di vincere sopperisce anche alla fatica. Oggi mi sono divertito un pochino di più spingendomi in avanti rispetto ad altre gare nelle quali ero un pochino bloccato dietro. Non è il mio ruolo principale, ma lo faccio, l’ho già fatto e mi diverto a farlo. La reazione del Parma dopo il gol subito? Siamo partiti automaticamente, perchè durante la gara anche essendo in undici contro dieci non ci avevano creato grosse difficoltà. Noi ci siamo difesi bene, e ci siamo buttati in avanti per il dispiacere dopo un gol che potevamo evitare. Delle volte c’è anche la bravura dell’avversario, noi siamo primi, ma anche le altre squadre hanno buoni giocatori. Delle volte ci sta che si dia merito anche all’avversario. Potevamo scalare meglio, quello si, ma se non ci fosse nessun errore in campo tutte le gare finirebbero 0-0. Quanto peserà l’assenza di Baraye contro il Forlì? Tutti sono fondamentali ma nessuno è indispensabile, soprattutto in questo Parma. Sicuramente il Mister farà giocare chi in settimana darà di più e sembrerà più pronto. Il Forlì deve recuperare dieci punti, noi dobbiamo fare la nostra gara come a Valdagno, a Rovigo o in altre occasioni. Oggi l’episodio ha condizionato la gara, noi siamo andati vicini al raddoppio, ma i pareggi ci sono, anche gli altri fanno fatica anche perchè il girone di ritorno è sempre più difficile”.