BELFODIL: “HO RINUNCIATO A TUTTI I SOLDI, IL PARMA COSI’ HA RISPARMIATO PARECCHIO”

Ishak Belfodil, che ha rescisso nei giorni scorsi il proprio contratto con la società crociata, ha parlato ai microfoni di Parma Today in una lunga intervista, nella quale damico-procuratorenon solo ha parlato della situazione vissuta in questa stagione e di altri aspetti importanti, ma ha anche spiegato quelli che sono stati, a grandi linee, i termini dell’accordo. Il giocatore ha rinunciato a tutti i crediti che gli spettavano, come aveva detto i nostri microfoni il suo agente, D’Amico: non percepirà nè gli stipendi arretrati, nè quelli dell’esercizio provvisorio (fatta eccezione per i dieci giorni di marzo), nè quelli futuri. Una rinuncia importante, che dà decisamente un po’ di ossigeno alle casse crociate.

Ecco uno spezzone della sua intervista (per leggerla nella sua interezza clicca qui):

“Come mi sento? Un po’ dispiaciuto perché Parma è stata una città, ma anche un club e un gruppo di compagni importante per me. Sia due anni fa che quest’anno, belfodil-empolianche se purtroppo è andata male sin da subito. Lascio l’ambiente dove mi sono trovato meglio e dove ho fatto le cose migliori. L’idea di rescindere è arrivata dai curatori, volevano abbassare il debito sportivo e il mio ingaggio è tra i più importanti. Ci siamo incontrati, la trattativa è stata molto breve. Faceva comodo al club, per avere qualche speranza di abbassare il debito. Con la mia rescissione hanno risparmiato tanti soldi e anche a me può essere di vantaggio. Posso andare a parametro zero sia in Italia che nel mercato internazionale. Faceva comodo soprattutto a loro e un po’ anche a me. L’ultimo stipendio ricevuto? I dieci giorni di marzo, per il resto ho lasciato tutto. Sia i crediti pregressi che quelli futuri, dato che ho rinunciato ad altri tre anni di contratto”.