BAZZANI: “IL PARMA NE PAREGGERA’ POCHE: ALLA MIA SQUADRA NON POTEVO CHIEDERE DI PIU'” – VIDEO

Nel postpartita di Mezzolara-Parma siamo andati a sentire anche l’analisi del tecnico avversario, Fabio Bazzani, ex attaccante di Perugia e Sampdoria. E non poteva che essere un giudizio positivo, il suo, visto che il Mezzolara ha fermato il Parma sullo 0-0.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico avversario al termine della gara:

Credo che in questa partita non potevo chiedere di più alla mia squadra, anzi nel primo tempo c’è il rammarico per due o tre ripartenze sfruttate male, perchè anche quando le grandi squadre ti concedono qualcosa devi provare a punirle. Non abbiamo rischiato quasi niente, a parte nel finale di gara, anche a causa della stanchezza che si è fatta sentire. È chiaro che la gara ci soddisfa, alla vigilia per quanto uno ci possa credere e pensare che nel calcio tutto è possibile, è difficile ipotizzare un risultato positivo, soprattutto per una squadra giovane come la nostra, con delle assenze. Io credo che il Parma ne farà pochi di pareggi, quindi saremo mezzolara-evidenzauna delle poche squadre che avranno tolto punti al Parma. Anche per un discorso di qualità, per i giocatori che ha e per le alternative che ha, perchè pensare che dalla panchina escono Miglietta, Lauria e Guazzo, mi fa ben sperare per loro. Il campionato magari non è vinto in carrozza, ma il Parma è assolutamente uno squadrone. Io ho preparato la gara pensando che se il Parma lo vai a prendere alto, ti fa girare, hanno le qualità e poi fai fatica. È chiaro che noi siamo rimasti compatti con le due linee di quattro giocatori, lavorando anche con gli attaccanti per non disunirci, e provare a colpire sulle ripartenze. L’abbiamo fatto bene tranne la finalizzazione. È chiaro che nel secondo tempo con la qualità del Parma e la stanchezza abbiamo sofferto, ma più di così non potevamo fare. Essere compatti non vuol dire abbassarsi troppo. In certi momenti siamo usciti bene, con i tempi giusti, la squadra ha lavorato bene con i reparti, perchè se sbagli le uscite contro il Parma i difetti vengono fuori, perchè ha giocatori di qualità. In certi momenti abbiamo anche alzato la pressione, perchè portare il Parma troppo vicino alla nostra area sarebbe stato sinonimo di pericolo“.