baraye

BARAYE: “SERVIRA’ UMILTA’. DOBBIAMO DIMOSTRARE DI NON MERITARE LA SERIE D” – VIDEO

Dopo Longobardi, abbiamo avuto modo di conoscere anche Yves Baraye, proveniente dal Chievo dopo una lunga trattativa che alla fine si è risolta con il giocatore che vestirà la maglia crociata in questa stagione.

Ecco il video e la trascrizione integrale delle parole di Baraye:

È stata una lunga trattativa, anche perchè c’era un altra squadra con cui dovevo parlare. Abbiamo discusso, abbiamo parlato tanto fino a quando abbiamo trovato un accordo. Mi piacciono gli obbiettivi e i progetti del Parma, mi hanno convinto a venire qui e sono pronto per giocare. Mi dispiace che non giocherò la prima, però mi metto subito in mostra aspettando la seconda gara che si giocherà al Tardini. Mi piace quando lo stadio è pieno e c’è entusiasmo. Contro l’Entella non ho giocato barayemolto perchè la prima sono squalificato ed il Mister ha dato minuti a chi inizierà il campionato. Ho fame di giocare, di entrare al Tardini e far vedere quello che posso fare. A me piace il modulo del Mister, posso giocare dietro la punta, come esterno, girare, posso fare tutto. A chi somiglio? È dura dirlo, alcuni dicono Prince Boateng, ma ci sono tanti giocatori che mi piacciono. Ma io sono io, Baraye, mi piacciono tanti giocatori ma cerco dare il massimo. Come ho visto il Parma? L’ho visto bene, una squadra solida, unita, che vuole fare bene. In campionato tutti ci aspetteranno, toccherà a noi andare con la testa giusta. Cosa posso promettere ai tifosi? Voglio solo che ci divertiamo, e che facciamo divertire anche i tifosi che dovranno vedere un Parma che vuole vincere e vince. Cosa sarà importante in questa categoria? L’umiltà. Perchè il Parma non è una squadra che deve giocare in D, e dobbiamo dimostrarlo. Se pensiamo solo a dire che non siamo giocatori da D ci darà un handicap rispetto agli avversari Noi dobbiamo solo pensare a giocare, a fare bene e a dimostrarlo. Ed è una mentalità che dobbiamo avere sia in campo che fuori”.