BARAYE: “DOBBIAMO AVERE PIÙ PAZIENZA. GLI AVVERSARI MI PROVOCANO, MA IO SONO PRONTO…” – VIDEO

L’ha decisa lui, scrollandosi di dosso le polveri di un periodo poco ispirato. Baraye ha sbloccato la gara contro il Romagna Centro con un gol arrivato dopo un assist forse fortunoso, ma che oggi vale tre punti.

Ecco il video e la trascrizione delle parole di Yves Baraye al termine della gara:

Il lavoro sporco in difesa lo devo fare, abbiamo bisogno di tutti. Non mi costa niente, lo devo fare. Poi quando ho un’occasione provo a fare gol. La classifica capocannonieri? Non la guardo, non mi do nessun obbiettivo, l’importante è che la squadra vinca ed io sono contento. Se arrivano anche i gol bene, altrimenti non importa. La prima cosa è la squadra. Se penso di rimanere a Parma? Non lo so, dipende da loro, non decido io… Nel primo tempo gli avversari non ci hanno lasciato spazio, non ci hanno fatto giocare, dovevamo far girare la palla più velocemente, avere maggiore pazienza. Non è che romagnacentro-evidenzadobbiamo sempre andare veloci a concretizzare, io non ho avuto molto spazio, facevo fatica a prendere la palla, quindi dobbiamo lottare fino alla fine perchè gli spazi sono pochi, e punire gli avversari non appena abbiamo l’occasione per farlo. Giovedì ero in panchina, ma sono arrabbiato per l’eliminazione. Devono giocare tutti, quindi non ero arrabbiato per non aver giocato. Gli avversari ci guardano su Sky, quando entrano lo fanno duramente, sgomitano, ti dicono di tutto per farti innervosire. Mi provocano sempre, mi dicono delle cose, ma io sono pronto. Non sempre le cose vanno come pensiamo. Mousa Balla? È la prima volta che giochiamo assieme dal 1′, il Gambia è dentro al Senegal, parliamo la stessa lingua. Lui è bravissimo, ma deve imparare l’italiano, anche perchè quando tutti gli urlano non capisce più niente, ed in campo non si può parlare lentamente… Ma quando migliorerà tatticamente diventerà bravissimo, davvero“.