BARAYE: “CHI PENSA CHE IL CAMPIONATO SIA FINITO PUO’ RESTARE A CASA: DOBBIAMO GIOCARE SEMPRE PER VINCERE” – VIDEO

Sia lui che Corapi sono ormai una garanzia, ed in questo 2016 entrano nel tabellino dei marcatori con una frequenza incredibile. Yves Baraye oggi ha finalizzato al meglio un recupero perfetto di Melandri, ed ha lottato duramente con la difesa dell’AltoVicentino che ha cercato (e spesso c’è riuscita) di contenere il senegalese.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del n°10 crociato al termine della gara:

“Se mi sto abituando a segnare? Si, sto segnando ad ogni partita, sono contento… Spero di continuare a fare gol, perchè quando entro voglio fare gol per me, per la squadra e per la mia famiglia. La mia rete? È vero, perchè se non ci avessi creduto e non mi fossi buttato in area non avrei segnato. Prima non facevo queste cose, di andare fino in fondo. Ora i cross baraye-altosporchi cerco sempre di tramutarli in gol, ci devo sempre credere, anche se la palla sembra che stia uscendo io ora ci vado sempre. Se il campionato è finito? No, non ancora. Ora siamo a +10, siamo contenti, dobbiamo continuare il nostro percorso perchè se pensiamo che sia finita ci facciamo del male da soli, quindi dobbiamo continuare a giocare per vincere questo campionato che non è ancora chiuso. Dobbiamo sempre giocare per vincere. La difesa dell’AltoVicentino mi ha marcato stretto? Si, è vero, di solito ho più spazi mentre oggi non mi lasciavano nemmeno un centimetro, non riuscivo a scappare con il pallone dopo averlo stoppato, ma ci sta, le partite non sono sempre facili. Noi sappiamo che ci aspettano sempre e noi dobbiamo sempre riuscire a creare tante occasioni da gol, con soluzioni diverse facendoci trovare pronti. Andiamo a casa contenti, dai tifosi a noi giocatori fino ai dirigenti. Chi ama il Parma è contento, ma noi giocatori non dobbiamo rilassarci, abbiamo due giorni di riposo ma poi dobbiamo tornare in campo per lavorare e per vincere. Chi pensa che è finita può restare a casa, noi dobbiamo scendere in campo per vincere”.