Ausilio: “La metà di Belfodil pagata 10 milioni? Una bufala”

Quest’estate l’affare ha destato scalpore. Certo, il Belfodil visto a Parma aveva dimostrato di avere delle capacità ed un talento molto interessanti, ma i titoli dei giornali che riportavano la cifra dell’affare erano impietosi: Metà Belfodil all’Inter, al Parma 10 milioni + Cassano. Un’altro, l’ennesimo colpo di Leonardi, abbiamo pensato fin da subito. Che sia stato un’affare è comunque vero, basti pensare alle prestazioni di FantAntonio quest’anno, ma sembra che le cifre siano diverse, almeno stando a quanto dichiarato da Piero Ausilio, Direttore dell’Area Tecnica dell’Inter.

morattiLa cessione del franco-algerino, infatti, sarebbe costata all’Inter qualche milione in meno. Ecco quanto ha dichiarato Ausilio a “Deejay Football Club“, trasmissione radiofonica di Radio Deejay: “Belfodil è un giovane, preso al posto di Antonio Cassano che aveva un ingaggio molto alto. Non abbiamo speso 10 milioni, questa è una bufala; direi non più di 6 milioni, poi abbiamo risparmiato sull’ingaggio di Antonio quindi è stato un affare quasi a zero“. L’Inter, quindi, avrebbe pagato molto meno per il giocatore, anche se dal punto di vista del Parma le cifre dell’affare cambiano poco. Acquistato a 2 milioni di euro dal Lione, il totale del valore attribuito alla sua metà (6 milioni, secondo Ausilio, oltre al cartellino di Cassano) ha comunque permesso al Parma di iscrivere a bilancio una plusvalenza non indifferente. Anche sul discorso del contratto di Cassano ci sono notevoli differenze: rispetto all’ingaggio che percepiva all’Inter, è normale che Ausilio dica di aver risparmiato una manciata di milioni di euro. Il barese, però, al Parma percepirà quella somma spalmata in tre stagioni, quindi i crociati potranno ammortizzare la cifra suddividendola in tre annate.