APOLLONI: “SONO SODDISFATTO MA DOBBIAMO MIGLIORARE. L’ESORDIO TRA 7 GIORNI? NON SONO PREOCCUPATO” – VIDEO

Al termine dell’amichevole che i crociati hanno pareggiato contro il Trapani, Gigi Apolloni ha commentato la gara cercando di fare il punto a sette giorni esatti dalla prima sfida ufficiale della stagione.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico:

Soddisfatto? Del risultato sicuramente, perchè abbiamo giocato contro il Trapani, una squadra che lo scorso anno ha lottato per andare in Serie A. Sono soddisfatto della condizione che man mano sta crescendo, e su alcune manovre che abbiamo provato. In altre cose un po’ meno, perchè dobbiamo essere più bravi nella costruzione e a muoverci con dei tempi. Tante volte non l’abbiamo fatto e non siamo riusciti a sviluppare le azioni che costantemente proviamo. Però la squadra si è trapani-evidenzaimpegnata, ha avuto l’atteggiamento giusto. Continueremo a lavorare, poi è chiaro che la non brillantezza permette di fare giocate lucide. Se sono preoccupato in vista della sfida contro il Piacenza? No, stiamo rispettando il lavoro che stiamo svolgendo. Stiamo mettendo nella birra nelle gambe dei ragazzi per poter affrontare un campionato lungo e difficile. Questo è il passaggio che dobbiamo avere, se non avessimo lavorato in questa maniera, saremmo stati più brillanti, avremmo fatto cose migliori ma alla lunga secondo me non saremmo riusciti a tenere alcune situazioni. Non sono preoccupato, ho visto buone cose, poi è chiaro che c’è da migliorare sia in fase di costruzione che in fase difensiva. Dobbiamo essere più bravi a leggere alcune situazioni. Il Trapani comunque è una signora squadra, ma noi dobbiamo migliorare. Mazzocchi sta lavorando molto e si sta applicando molto, sono molto contento di lui e di tutti. Nelle indicazioni che vado a dare cerco di aiutarli. In attacco stiamo lavorando e sto vedendo dei progressi. Finchè ci sarà la voglia di lavorare insieme e mettersi in discussione le scelte le si vedranno sul campo. Oggi ho fatto delle scelte che mi possano portare ad avere più giocatori che abbiano più di un tempo sulle gambe in vista dell’esordio del 7. Alcuni hanno bisogno di lavorare, altri invece di riposare, questo seguendo lo schema di lavoro che abbiamo fatto”.